Condividi:


M5S, Salvatore: "Escludo alleanze con Pd e partiti tradizionali"

di Redazione

L'esponente ligure: "Solo con forze civiche con i nostri ideali"

"Escludo apparentamenti con il Pd e con i partiti tradizionali responsabili o corresponsabili della situazioni che viviamo tutti ai nostri giorni e sulla nostra pelle". Lo ha ha detto il candidato governatore della Liguria per M5s Alice Salvatore, a margine di un incontro pubblico alla federazione operaia di Sanremo.

"E' sbagliata l'idea di fare coalizione per il potere - ha aggiunto -. Bisogna proporsi come forze politiche con progetti e proposte per risolvere i problemi della vita quotidiana dei cittadini, affinché le persone abbiano alternative concrete".

Salvatore non esclude la possibilità di alleanze "ma solo con le forze civiche, che abbiano i nostri stessi temi e obiettivi. Alleanza che può avvenire, di fronte a una condivisone di contenuti, di obiettivi e di programma. Sicuramente ci sono dei problemi sia con il centrodestra che con il Pd che hanno una visione liberista che favorisce la privatizzazione dei servizi pubblici, che noi avversiamo, perché il nostro obiettivo è favorire solo e sempre interesse della collettività".

Duro il commento Sulla condanna del sindaco di Imperia Claudio Scajola accusato di aver aiutato la latitanza di Matacena all'estero: "E' un discorso di decoro, una questione morale - ha affermato -. Un sindaco che viene condannato deve lasciare il proprio incarico. Non c'è stata l'aggravante per mafia ma ha aiutato un latitante condannato per mafia nella fuga. Non è una figura istituzionale che possa rappresentare i cittadini imperiesi".