Giovane e cosmopolita il direttore d'orchestra Lorenzo Tazzieri da Genova al Cile

di Giulia Cassini

La carica per la creazione di un nuovo ponte culturale

Lorenzo Tazzieri, figlio del Conservatorio Paganini di Genova e poi di una carriera fin dai primi passi di respiro internazionale, è noto al largo pubblico per la nomina di ambasciatore di Genova nel mondo. Nato a Genova nel 1985, a soli 33 anni è stato direttore principale della Tokyo Metropolitan Opera Foundation, poi alla conduzione artistica del Genoa International Music Youth Festival e dell’Amman Opera Festival, prima kermesse operistica fondata nel mondo arabo.

Dopo la produzione in Cile a Concepción dell’agosto scorso della Madama Butterfly è stato pertinacemente cercato per la direzione del primo festival internazionale operistico del Cile, chiamato "Chile Opera Festival". Se ripensa alla sua carriera  Tazzieri non può che citare l'esordio, con " il debutto in Polonia per un'opera difficilissima, il Werther in quattro atti di Jules Massenet tratto dal celebre romanzo epistolare di Goethe al Teatro Wielki di Poznan. Lo avevo affrontato con la giusta dose di incoscienza, comunque da lì è partita una serie di ingaggi". 

In questo momento, anche per le vicende che il paese sudamericano sta attraversando, la nuova carica da gennaio 2020 per la direzione musicale del Chile Opera Festival è un significativo ponte culturale promosso da Genoa International Music Youth Festival. che vede tra i firmatari dell'accordo Corcudec (manger, Mario Cabrera Delgado), la città di Concepción (sindaco Álvaro Ortiz Vera), Genoa International Music Youth Festival (GIMYF), direttore artistico Lorenzo Tazzieri e tra gli enti organizzatori Corcudec e Orquesta Sinfónica Universidad de Concepción.

Del resto il GIMYF ha visto nel 2019 una prima edizione con numeri da capogiro, sale quasi sempre esaurite un'ora prima del concerto, confermando l'intuizione di rendere accessibile a tutti la musica con eventi gratuiti nata da un’idea dell’Associazione Internazionale delle Culture Unite (AICU) e realizzata grazie alla coorganizzazione con il Comune di Genova e alla collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e Porto Antico Eventi. Il presidente di AICU Lorenzo Tazzieri è il direttore artistico di GIMYF, coadiuvato e supportato dal project manager Alberto Macrì ne sono le anime.

Con queste sinergie sono già state attivate collaborazioni con 7 paesi (Cina, Russia, Georgia, Egitto, Uzbekistan, Corea, Perú) e ora l'accordo con il Cile intende avvicinare due città lontane geograficamente attraverso intensi scambi culturali. "Nell’ edizione del Genoa International Music Youth Festival 2020 in programma da febbraio -spiega Tazzieri - sarà ospitato uno dei violinisti più rilevanti del Cile, Freddy Varela, primo violino dell'orchestra del Colón di Buenos Aires e dell'Orquestra Sinfonica Universidad de Concepción e il vincitore del concorso della Universidad de Concepción.