Condividi:


Lite Ibrahimovic-Lukaku, scoppia la polemica per lo svedese a Sanremo

di Redazione

Il mondo del web insorge contro la reazione dello svedese durante il derby, ora si attende il referto dell'arbitro Valeri

Ibrahimovic-Lukaku, non e' finita qui: per capire meglio cosa si sono veramente detti i due 'giganti' del derby di Milano e quali saranno le conseguenze disciplinari delle offese a suon di 'vodoo' e 'madri', bisognera' aspettare che il giudice sportivo prenda in esame il referto dell'arbitro Valeri. Cosa, delle tante e prolungate offese poi sciolte in parte dell'audio nel silenzio dello stadio vuoto, ha sentito e scritto il direttore di gara? Video e parole tra i due hanno gia' fatto il giro del mondo, sui giornali di tutta Europa, a partire dal richiamo ai riti voodoo della mamma di Lukaku evocati da Ibrahimovic, un riferimento a quanto dichiaro' il presidente Everton ai tempi in cui i due giocavano in Premier League ("la mamma di Lukaku gli ha detto di firmare per il Chelsea, sulla base di un rito vodoo").  Ibra, espuslo, e Lukaku, diffidato e ammonito, saranno squalificati in Coppa, ma il giudice sportivo prendera' in esame anche quanto riferito dal direttore di gara, e solo in caso non vi siano certezze o informazioni sufficienti potrebbe chiedere supplemento di indagini alla procurda Figc.

"Nel mondo di ZLATAN non c'è posto per il RAZZISMO. Siamo tutti della stessa razza - siamo tutti uguali!! Siamo tutti GIOCATORI alcuni meglio di altri": lo scrive l'attaccante del Milan Zlatan Ibrahimovic sui propri profili social condividendo il video di due bambini di etnie diverse, che si corrono incontro abbracciandosi. Un chiarimento, quello dell'attaccante, in riferimento alla lite con Lukaku avuta al termine del primo tempo del derby di Coppa Italia di ieri sera.

La lite tra Ibrahimovic e Lukaku alla fine del primo tempo del derby di Coppa Italia Inter-Milan infiamma i social e si riverbera anche su Sanremo: Ibra è stato infatti annunciato come ospite fisso del festival numero 71, in programma dal 2 al 6 marzo. "Io mi rifiuto di vedere un elemento come Ibrahimovic a Sanremo! Come "ospite d'onore" poi, lasciamo stare proprio. #Ibrahimovic", scrive un utente su Twitter. "Mi auguro che dopo lo sgradevole episodio di questa sera #Ibrahimovic i dirigenti #Rai decidano di cancellare la sua presenza a #Sanremo", si legge in un altro tweet. E ancora: "Il razzismo dovrebbe essere combattuto in tutti gli ambiti. @Ibra_official fuori da #Sanremo2021. Sarebbe un gesto di civiltà forte e un forte messaggio a tutti i provocatori e razzisti", è un altro cinguettio, mentre vola l'hashtag #ibranograzie. C'è anche chi prende posizione in maniera più ironica. Proprio oggi, in un'intervista alla Stampa, Amadeus ha annunciato che la co-conduttrice della prima serata del festival sarà Naomi Campbell la cui presenza permetterà di parlare anche della "sua amicizia con Nelson Mandela" e delle "sue battaglie per i diritti civili contro il razzismo".