Liguria, voucher alle famiglie per le attività sportive dei ragazzi

di Antonella Ginocchio

Sono previsti dalle nuove disposizioni approvate dal Consiglio regionale. Balleari: “L’attività sportiva è fondamentale per  i ragazzi, rimasti a lungo privi di socalità”

Liguria, voucher alle famiglie per le attività sportive dei ragazzi

Voucher, o come si legge nel testo di legge,  una “Dote sport” che consenta anche ai ragazzi di famiglie a basso reddito la possiibilità di svolgere attività sportiva. E’ una delle nuove misure previste dalla legge, approvata all'unanimità dal Consiglio regionale, che va a modificare il testo unico sullo sport. “C’era necessità di un revisione del testo e diverse misure sono state adottate in sintonia con l’opposizione consiliare: si tratta di un tema importante, sul quale non dobbiamo dividerci”, ha detto Stefano Balleari (Fdi), il consigliere regionale che ha seguito insieme all’assessore allo sport, Simona Ferro, l’intero iter della legge, presentando anche alcuni emendamenti.

”I ragazzi hanno sofferto moltissimo in questa pandemia, soprattutto per la mancanza di socialità: lo sport adesso può davvero aiutarli  noi dobbiamo garantire a tutti la possibilità di praticarlo”.

Tra le altre misure previste dal testo , Anche la nascita della società  “Sport e Salute S.p.A.” che è stata inserita nel disegno di legge, come soggetto con cui la Regione potrà interloquire per condividere le rispettive politiche di promozione sportiva.

Il voucher a favore delle famiglie costituirà conseguentemente una fonte certa di ricavo per le associazioni sportive, fortemente provate dall’emergenza sanitaria. Viene accresciuto, inoltre, il sostegno alle manifestazioni sportive di particolare rilevanza nel panorama regionale