Lewandowski: "Sono stato vicino al Genoa, ma volevo un club che giocasse in Champions"

di Redazione

L'attaccante racconta il retroscena: "Avevo già visitato il centro sportivo e lo stadio, poi ho scelto il Borussia Dortmund"

Robert Lewandowski è stato uno dei protagonisti del Golden Boy 2020, il premio istituito da Tuttosport. All'attaccante polacco del Bayern Monaco si è collegato in diretta video col palco delle OGR di Torino e ha ricevuto il premio Golden Player: “Grazie per questo premio, è un onore. Sono contento, è un riconoscimento per il duro lavoro individuale e di gruppo”.

Alla domanda sulle possibilità di venire in Italia, l'attaccante ha raccontato il suo passato e di quel trasferimento saltato in extremis al Genoa: “In Italia ci sono molti giocatori polacchi. Quando ero più giovane, al Lech Poznan, potevo scegliere fra alcuni club tra cui quelli italiani. Sono stato vicino al Genoa, ho visitato il centro sportivo e lo stadio ma volevo una squadra che giocasse in Champions League e allora ho scelto il Borussia Dortmund. Penso sia stata una decisione azzeccata vedendo dove sono arrivato ora”.