Condividi:


La Spezia, l'Autorità Portuale promuove un'iniziativa benefica

di Redazione

Il 25 e il 26 giugno prossimi in Largo Fiorillo la distribuzione del libro sulla Festa della Marineria 2013-2015

Grazie alla collaborazione tra AdSP e Stella Maris il libro stampato dall’Autorità Portuale nel 2015, che raccoglie storia ed immagini delle due edizioni della Festa della Marineria 2013 e 2015, cui l’ Autorità Portuale, oggi AdSP, contribuì in maniera significativa, assieme al Comune della Spezia, esce dai magazzini dell’Ente di Via del Molo e diventa protagonista di un evento benefico grazie alla sensibilità dell’attuale presidente, Mario Sommariva, protagonista della conferenza stampa di oggi assieme a Fra Gianluigi Ameglio, parroco della Stella Maris.

Il libro in oggetto, contiene la narrazione per immagini di due eventi che catalizzarono l’attenzione dell’intero Paese sul nostro porto e sulla nostra provincia, stampato in 3.000 copie dall’ora Autorità Portuale, e raccoglie oltre 900 immagini che ben rappresentano il senso, la varietà e la qualità degli eventi, legati al mare, alla sua cultura ed economia che si svolsero in quei giorni.

L’operazione, che si svolgerà i giorni 25 e 26 giugno, dalle ore 9 alle ore 13, presso il Terminal 1 in Largo Fiorillo (a fianco della Capitaneria di Porto), sarà gestita dalla Parrocchia Stella Maris, situata all’interno del Porto Mercantile della Spezia, i cui volontari da sempre si prodigano a svolgere, coadiuvati dal parroco Gianluigi Ameglio e dal confratello, padre Ennio Bellocchi, il servizio pastorale dei lavoratori portuali e della gente di mare.

"Questa operazione – ha detto il Presidente Sommariva - possiede una duplice valenza: da una parte viene compiuta un’azione che mira a sottrarre all’oblio e al deterioramento centinaia di libri che costituiscono una preziosa memoria storica della nostra città, del nostro porto e dei cittadini della nostra provincia. Dall’altra, il risvolto sociale che deriverà dal ricavato della loro vendita che, gestito dalla Stella Maris e da Padre Gianluigi Ameglio, con i volontari della parrocchia, certo darà sostegno e sollievo ai più deboli”.