Condividi:


La Spezia, 130 sanzioni per violazione nell'uso dei monopattini in otto mesi

di Alessandro Bacci

Il bilancio della polizia municipale: fermati anche minori di 14 anni che per legge non possono utilizzare il mezzo e gente con passeggeri

Più di 130 sanzioni nei primi otto mesi dell'anno, e anche numerosi sequestri di mezzi di fatto trasformati in piccoli ciclomotori. È giro di vite alla Spezia, su monopattini e velocipedi. Una situazione che proprio nelle ultime settimane è sfociata in due gravi incidenti che hanno visto i conduttori del monopattino finire in condizioni serie all'ospedale.

Dai dati diffusi dalla polizia municipale emerge un quadro di sostanziale mancato rispetto delle regole: fermati anche minori di 14 anni che per legge non possono utilizzare il mezzo, e molti altri sono stati multati perché viaggiavano con un passeggero. Tre le violazioni più ricorrenti, anche il transito sui marciapiedi e in senso contrario di marcia rispetto al consentito. Ben 40 le violazioni comminate per i cittadini sorpresi mentre transitavano all'interno della galleria Spallanzani.

"Il monopattino è un mezzo di trasporto molto contemporaneo perché sfrutta l'alta tecnologia, la comodità ed è rispettoso dell'ambiente, ma questo non significa che ci possa essere una sregolatezza rispetto al codice della strada" dichiara il sindaco della Spezia, Pierluigi Peracchini.

"Il monopattino è ecologico e comodo, ma questo non significa che per loro sia tutto ammesso, anche perché il Codice della strada stabilisce norme precise. I nostri agenti sono impegnati anche su questo fronte per garantire strade sempre più sicure" aggiunge l'assessore alla Sicurezza Filippo Ivani.