La Regione Liguria vota per il sì dell’Italia al Mes

di Antonella Ginocchio

La proposta di Ferrrando, Italia Viva, votata anche dall’intero centrodestra, astensione di Pd, M5s e Linea Condivisa

La Regione Liguria vota per il sì dell’Italia al Mes

La Liguria fa arrivare il suo messaggio al governo centrale: è necessario aderire al Mes. A proporre la votazione di questa linea di indirizzo, in seno alla commissione sanità, è stato il consigliere regionale di Italia Viva, Valter Ferrando. Oltre al suo gruppo ha votato favorevolmente l’intero centrodestra. Si sono astenuti il Pd, Linea Condivisa e Movimento 5 Stelle, mantenendo nei fatti solida l’alleanza che li lega nella corsa per le elezioni regionali.

Ma ritorniamo al Mes. Il consigliere Ferrando, a nome del suo gruppo, ha sostenuto l’importanza, per la Regione, di poter disporre dei soldi eventualmente provenienti dal fondo Europeo, che sarebbero quantificati per la Liguria in oltre un miliardo di euro. In particolare sarebbero disponibili - ha evidenziato il consigliere -  fondi per realizzare operazioni di edilizia sanitaria, "mantenendoli saldamente in mano pubblica".

Ferrando cita ad esempio la realizzazione dell’ospedale del ponente di Genova ad Erzelli e un forte rafforzamento della rete di sanità territoriale "che ha dimostrato con il Covid gravissime debolezze".

Dispiacerebbe – ha detto Ferrando - che il bene della nostra sanità e quindi della salute dei nostri cittadini fosse sacrificata a tattiche politiche”.

Il consigliere ha quindi sottolineato la necessità “che la commissione desse mandato al presidente della giunta ad adoperarsi”i come per altro da Lui già annunciato a mezzo stampa, a livello della conferenza Stato Regioni e direttamente sul Governo per perorare l’adesione a questi fondi “che permetterebbero un radicale rinnovamento del sistema sanitario nazionale e nel nostro caso regionale”.