L'ospedale di Albenga sarà interamente dedicato alla lotta al coronavirus

di Marco Innocenti

La cura delle altre patologie continua al San Paolo di Savona

L'ospedale di Albenga sarà interamente dedicato alla lotta al coronavirus

La Asl 2 di Savona ha deciso di interrompere le normali attività all'ospedale di Albenga per dedicarlo interamente ai casi di Coronavirus. Nel pomeriggio verranno diffusi i dettagli sulla riorganizzazione ma è già stata annunciata da Paolo Cavagnaro, commissario straordinario di Asl2. Gli ospedali di Savona e Albenga sono classificati "Covid-19" mentre quelli di Pietra Ligure e Cairo Montenotte "No Covid". L'ospedale di Albenga da oggi è totalmente dedicato all'emergenza Coronavirus: qui vengono trattati sia i casi sospetti che quelli accertati.

Al San Paolo di Savona invece prosegue anche l'assistenza e la cura dei pazienti con altre patologie, ma separando le due attività in maniera rigorosa. Negli ospedali "No Covid" saranno convogliate parte delle attività che non vengono al momento più effettuate negli "ospedali Covid" e dovranno in generale gestire le urgenze che i primi non riescono a smaltire. Entrambi gli "ospedali Covid" sono stati divisi in tre zone: una rossa (Rianimazione), una arancione (Malattie Infettive) e una gialla per i pazienti in attesa dell'esito del tampone.

"L'ospedale di Albenga non diventerà un lazzaretto, sarà invece un presidio decisivo. E' stato scelto per la sua modernità e funzionalità, i cittadini devono esserne orgogliosi - dice il sindaco Riccardo Tomatis - Il nostro reparto di Malattie Infettive è sempre stato un'eccellenza e ora lo sarà ancora di più. La nuova disposizione ovviamente è temporanea, ai cittadini dico di essere orgogliosi".