L'assenza di Toti e Bucci al convegno dei giovani imprenditori: l’incontro ”riappacificatore” con il presidente nazionale di Confindustria Bonomi

di Antonella Ginocchio

Il governatore ed il sindaco: “incontro proficuo: abbiamo parlato di infrastrutture, chiedendo a Confindustria un preciso impegno”

L'assenza di Toti e Bucci al convegno dei giovani imprenditori: l’incontro ”riappacificatore” con il presidente nazionale di Confindustria  Bonomi

La polemica, dvientata di pubblico dominio dopo l’annuncio del presidente della Regione, Giovanni Toti del fatto che lui ed il sindaco di Genova Marco Bucci non avrebbero assistito al convengo dei giovani industriali svoltosi oggi, si  è conclusa nel pomeriggio. La “pace” è arrivata con il vertice in Regione, al quale hanno preso parte, oltre Toti e Bucci, il presidente nazionale di Confindustria Carlo  Bonomi e quello dell'Associazione industriali di Genova, Giovanni Mondini.

Presidente e sindaco hanno gettato acqua sul fuoco. E Toti ha puntualizzato: "Abbiamo chiesto a Confindustria un impegno sulle infrastrutture, Genova è il meglio e il peggio in questo campo, da un lato l'esempio del Ponte Morandi dall'altro la situazione autostradale immensamente difficile. Il porto di Genova è il porto d'Italia come lo sono i porti di Spezia, di Savona e di Vado. Abbiamo bisogno di fare ripartire questo Paese e abbiamo bisogno di un gigantesco aiuto perchè su quei porti stiamo investendo. Vorremmo che quello fatto per il Morandi sia fatto per le altre infrastrutture, credo che sia nell'interesse del territorio e del mondo delle imprese". Lo ha detto il presidente della Regione Giovanni Toti dopo un incontro con il presidente di Confindustria Carlo Bonomi e il sindaco di Genova Marco Bucci.

Il sindaco Bucci ha puntualizzato: "Abbiamo parlato con il presidente di Confindustria di due importantissimi argomenti. Il primo sono le infrastrutture, la necessità per Genova non solo di ripararle ma anche di costruirle, specie quelle che ci servono per i prossimi 20-30 anni. Inoltre abbiamo introdotto il discorso dei nostri piani per il recovery found". Ha aggiunto: "Abbiamo bisogno delle aziende italiane che hanno successo nel loro per aiutarci a costruire ciò di cui abbiamo bisogno - ha aggiunto Bucci -. Ad esempio per la diga, per il porto ecologico e per il cloud nazionale e la gestione dei dati che arrivano dai cavi sottomarini e andranno nel Nord Italia. Serve una strategia completa perchè penso che arriveranno sicuramente i fondi e bisognerà decidere dove, come e quando fare queste attività. Genova si candida ad essere uno dei poli digitali per la gestione dei dati ma questo deve essere fatto in armonia con le aziende che poi saranno gli operatori di questi sistemi. in futuro faremo accordi in questa direzione"

Nessuna dichiarazione, invece, è stata rilasciata da Bonomi.