L'Angelus del Papa dal balcone del Gemelli: "Mi siete stati vicini, grazie"

di Edoardo Cozza

Francesco si affaccia dal decimo piano, saluta i presenti e sottolinea l'importanza del servizio sanitario accessibile a tutti: "Bene prezioso"

L'Angelus del Papa dal balcone del Gemelli: "Mi siete stati vicini, grazie"

Come Giovanni Paolo II, anche Papa Francesco non rinuncia all'Angelus nonostante il ricovero in ospedale; il Santo Padre si è affacciato dal balcone della sua stanza al Policlinico Gemelli e ha ringraziato i fedeli per la vicinanza dimostrata in questi giorni: "Vi ho sentito vicini e vi ringrazio". 

Poi il Papa ha sottolieato l'importanza di un "buon" servizio sanitario "accessibile a tutti". "In questi giorni di ricovero in ospedale, ho sperimentato quanto sia importante che sia accessibile a tutti, come accade in Italia e in altri Paesi. Non bisogna perdere questo bene prezioso. Bisogna mantenerlo! E per questo occorre impegnarsi tutti, perché serve a tutti e chiede il contributo di tutti".