Condividi:


Italia, Mancini: "La Grecia? Speriamo che l'Olimpico ci dia una mano"

di Redazione

Il CT: "Cassano dice che abbiamo un girone facile? Ognuno ha le proprie opinioni"

Spero che sabato l'Olimpico sia pieno e ci dia una mano, contro la Grecia sarà una sorta di pre-esame considerando che a Roma saranno in programma due partite dell'Europeo". E' l'appello di Roberto Mancini in vista della sfida che può regalare all'Italia la qualificazione a Euro 2020. "Ventura e Cassano dicono che abbiamo un girone troppo facile? Avevamo chiesto di inserirci con Spagna, Germania, Inghilterra - sorride -. Ognuno è libero di avere le proprie opinioni. Siamo contenti di essere riusciti ad allestire una buona squadra".

"Da parte nostra - ha aggiunto il ct degli azzurri Roberto Mancini, dal ritiro di Coverciano - cercheremo di disputare una grande partita e giocare bene come abbiamo fatto finora. Ci riteniamo soddisfatti del girone: da come eravamo partiti non era così scontato che andassimo avanti".

Gli infortunati Sensi e Florenzi non saranno sostituiti: a confermarlo è Roberto Mancini nel primo giorno di raduno della Nazionale a Coverciano per preparare le sfide contro Grecia e Liechtenstein, valide per le qualificazioni europee. "Valuteremo domani il da farsi - ha spiegato il ct degli azzurri -. Proprio perché Florenzi non sta bene da qualche tempo e, anche perché se lo merita, ho chiamato Di Lorenzo. Quanto al centrocampo, subito dopo la partita dell'Under 21 contro l'Irlanda, si aggregherà Tonali, cosa che era già prefissata". Possibile anche l'inserimento di Kean, mentre è solo rinviata la convocazione del 22enne centrocampista della Fiorentina, Gaetano Castrovilli, una delle rivelazioni d'inizio campionato: "Lo sto seguendo, è un giovane che sta facendo molto bene a livello tecnico fisico, è solo alle prime apparizioni in A ma, prima o poi, verrà chiamato".

"Ci sarebbe piaciuto avere De Rossi per la partita di sabato, volevamo dare un'altra occasione per vestire l'azzurro a chi è stato campione del mondo e ha dato tanto a questa maglia. Purtroppo Daniele è infortunato, ma mi auguro ci sia un'altra opportunità in futuro per lui come per Buffon". Lo ha detto Roberto Mancini, dopo che aveva preconvocato l'ex capitano della Roma che si era trasferito in estate al Boca Juniors e attualmente è fermo ai box per problemi fisici. Fra gli altri giocatori in attesa di tornare nella Nazionale, per altri motivi rispetto a De Rossi e Buffon, c'è Mario Balotelli. "Ci ho parlato, ma mi pare che ancora non stia benissimo fisicamente - ha evidenziato il ct -. Contro il Napoli è andato un po' meglio, di sicuro ha bisogno di giocare". Intanto è tornato Zaniolo: "Ha fatto tutto, credo, per meritarselo, ha grandi qualità ma, per lui come altri, vale lo stesso discorso: d'ora in poi non si può più sbagliare".

Condividi: