Investimento ex pugile, due testimoni: "È spuntato fra due auto barcollando"

di Redazione

È un giallo la dinamica dell'incidente in cui è rimasto vittima Marinoni

Investimento ex pugile, due testimoni: "È spuntato fra due auto barcollando"

Diventa un giallo l'incidente stradale di San Fruttuoso in cui è rimasto investito l'ex pugile Fabio Marinoni.

Due testimoni ascoltati dalla polizia locale hanno svelato che il cinquantenne sarebbe spuntato all'improvviso nel traffico da alcune auto posteggiate: uno ha detto che barcollava, l'altro, contrariamente a quanto trapelato in un primo momento, che camminava nella strada. Marinoni aveva appresso anche un sacchetto e uno zaino con dentro alcuni oggetti.

Il settantenne alla guida dell'auto che l'ha invesito non ha potuto evitarlo. Proprio a causa di queste due testimonianze gli investigatori della sezione Infortunistica hanno chiesto gli esami ematochimici per accertare le condizini in cui era l'ex pugile: la decisione di effettuarli spetterà però ai sanitari.

Nella relazione della sezione infortunistica si dice che l'investimento è avvenuto ad oltre 30 metri dal primo attraversamento pedonale: si ipotizza inoltre che il settantenne alla guida della vettura, un suv, non procedesse a velocità sostenuta perchè appena 50 metri prima c'era un posto di blocco dei carabinieri della stazione di San Martino che imponevano a tutti gli automobilisti una velocità moderata.

Le condizioni di Marinoni, ricoverato all'ospedale San Martino, sono gravi e stazionarie, anche se in serata sono giunte voci che farebbero pensare ad un lieve miglioramento: l'uomo è ancora ricoverato nel punto di rianimazione del pronto soccorso del policlinico.