Condividi:


A 88 giorni dal crollo, il taglio del nastro sul nuovo viadotto Madonna del Monte

di Redazione

De Micheli: "Segnale di speranza. La revoca? Attendiamo proposte da Autostrade"

Taglio del nastro in vista della riapertura del viadotto Madonna del Monte, spazzato via il 24 novembre scorso da 250 tonnellate di fango e detriti che si staccarono dalla montagna sovrastante. Solo la sorte benigna fece si che non ci fossero vittime ma quell'evento tagliò comunque in due le comunicazioni autostradali tra Liguria e Piemonte. Oggi quel viadotto è stato ricostruito e inaugurato alla presenza, oltre che delle autorità locali, anche del Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Paola De Micheli.

"Avevo buone speranze che questi lavori sarebbero stati conclusi In tempi rapidi - ha commentato il ministro De Micheli - sia per l'impostazione tecnica data dal concessionario al cantiere sia per le risorse umane messe in Campo Subito. Essere qui oggi È un bel segnale per tutta la comunità Ligure e in particolare per le imprese che Usano l'autostrada per produrre la ricchezza che tanto serve alla Liguria e al nostro paese. È un bel segnale anche per le centinaia di cantieri che abbiamo aperti in giro per l'Italia".

"È la dimostrazione - ha aggiunto - che quando vogliamo sappiamo fare le cose con un ruolo forte dello stato di controllo e regolazione è un ruolo del privato che si fa carico delle responsabilità che derivano da un'importante concessione. La grande novità è che dopo tanti anni abbiamo finalmente delle linee guida sulla sicurezza e portano i controlli uguali e certi per tutti i gestori. L'attività del governo continuerà ad essere quella di imporre a tutti i gestori i controlli necessari per azzerare il rischio la dove possano esserci previsioni di fare rischio. La revoca ad Aspi? Stiamo lavorando senza sosta, la materia è complessa ma ribadisco che primario sarà tutelare l'interesse pubblico. Voglio essere chiara: se Autostrade farà delle proposte che andranno incontro agli interessi degli italiani e delle italiane le ascolteremo con attenzione".

"Oggi è un grande giorno - ha commentato Luciano Pasquale, presidente di Autostrada dei Fiori - sia perché riprendiamo la nostra capacità sia perché usciamo da un evento così difficile più forti di prima. Grazie a tutti coloro che hanno lavorato per far sì che la situazione tornasse alla normalità in così poco tempo. Grazie soprattutto a Daniele Cassol, che col suo coraggio fermò gli altri automobilisti evitando una tragedia. Oggi festeggiamo un' impresa compiuta col concorso di tutti".

 

Galleria