Il rimpianto di Onofri: "Avrei voluto vedere Maradona da vicino in campo"

di Maria Grazia Barile

"Mi sarebbe piaciuto giocarci contro per capire cosa usciva da quella testa, da quelle gambe e da quei piedi straordinariamente fantasiosi"

Claudio Onofri ricorda Diego Armando Maradona con il rimpianto di non averlo mai potuto affrontare sul campo: "Avrei voluto giocarci contro, vederlo da vicino, poterlo toccare. Capire che cosa usciva da quella testa, da quelle gambe e da quei piedi che erano straordinariamente fantasiosi. A volte si fanno comparazioni con Pelè.  Lui era forse il più completo calciatore di tutti i tempi ma  quando sei bambino e cominci a tirare calci ad un pallone tu immagini di diventare come Diego Maradona".