Tags:

Bucci Bagnasco gronda guardia

Gronda, Bucci: "Al nuovo governo dico basta veti, vogliamo andare avanti"

di Fabio Canessa

Il cardinale Bagnasco: "Intervenire su lavoro, famiglia, cultura e la solidarietà"

"Non temo la discontinuità, anzi. Sui veti voglio discontinuità, e mi riferisco ad esempio alla gronda, mentre sul supporto alle cose che stiamo facendo chiedo, ovviamente continuità rispetto al governo precedente". Il sindaco di Genova Marco Bucci risponde così, a margine delle celebrazioni per la Madonna della Guardia, a chi gli chiede che cosa si aspetta da un nuovo governo.

"Le cose vanno avanti bene. Al governo - dice Bucci - dico lasciateci lavorare, state attorno a noi, date i finanziamenti necessari i via libera per andare avanti, perché poi su certe cose abbiamo bisogno solo di questo per andare. Appena saprò chi saranno i nuovi interlocutori, ed escluso Conte non saprei chi potranno essere - prosegue Bucci - andrò a parlare con i nuovi ministri".

"La cosa più importante di cui ha bisogno Genova è poter continuare sul percorso che abbiamo tracciato, continuare con i nostri processi e progetti - afferma Bucci -. In cantiere ci sono opere infrastrutturali e molte attività che ci daranno quella qualità di vita, quei posti di lavoro e il numero di abitanti di cui abbiamo bisogno per il nostro futuro. Mi riferisco alla gronda, alla metropolitana di superficie, al ribaltamento di Fincantieri, alla demolizione della Diga e del ponte sul Polcevera, naturalmente".

Al nuovo governo che sta nascendo l'arcivescovo di Genova e presidente dei vescovi europei Angelo Bagnasco chiede di "intervenire sul lavoro, la famiglia, e la cultura, ovvero l'istruzione della gioventù. E poi la solidarietà che fa parte di una visione di insieme della persona che vive in relazioni virtuose non in una mentalità individualista chiusa in se stessa".