Genova, Vinacci: "Le aziende raccolgono idee e progetti su specifici settori"

di Redazione

Open innovation: una nuova modalità da far conoscere ai giovani. Le aziende oggi non hanno più tempo di assumere ricercatori e aspettare brevetti

Giancarlo Vinacci a breve si insedierà nel Blue District di Genova. 

E' appena uscito in libreria "Open innovation" di Leonardo Valle. Giancarlo Vinacci si è occupato della prefazione al libro spiegando i meccanismi di un nuovo modo di fare impresa.

"Oggi si parte da un progetto basato su idee sostenibili, si trovano i partner e si produce lavoro e ricchezza". Le piccole e medie imprese hanno bisogno di idee e le raccolgono e selezionano al di fuori dell'azienda. I cervelli italiani possono finalmente operare con proprie idee sostenibili che diventano progetti. 

Ci sono fondi ingenti a disposizione degli open innovation centre. 

Allo studio una rete di open innovation centre sul territorio italiano , in tutto 7 di cui uno a Genova per esempio quello della blue economy e silver economy.

In queste grandi piazze si parte da un'idea e la si rende sostenibile. I centri per l'innovazione aperta dovrebbero dunque sostenere la nascita di nuove esperienze imprenditoriali. 

L'Europa sta mettendo a disposizione fondi ingenti per gli Open Innovation Centre

Negli open innovation centre si prevede la stanza della finanza: accordi e fondi per investimenti in start-up, spin-off...se l'idea sta in piedi...

Think Tank è nato 3 anni fa ed è un altro progetto in cui è coinvolto Giancarlo Vinacci e che racoglie idee con una carta nuova che oggi è lo smart working.