Genova vuole diventare la prima città con i teatri "Covid-free"

di Redazione

Bucci: "Vogliamo certificare i nostri teatri con protocolli come facciamo nel cantiere del ponte"

Genova vuole diventare la prima città con i teatri "Covid-free"

Genova vuole essere la prima città a offrire teatri "Covid free", organizzati sulla base di protocolli di sicurezza certificati ispirati a quelli messi in atto dal Rina nel cantiere del nuovo viadotto sul Polcevera.

Lo dice all'ANSA il sindaco Marco Bucci immaginando la fase 2 dell'emergenza Coronavirus: "Dobbiamo pensare che la ripartenza includa anche le attività culturali, noi vogliamo certificare i nostri teatri sulla base di protocolli e che vengono applicati ad esempio nel cantiere del ponte". In quella che è nota in Italia come la "città dei teatri", sedute distanziate, utilizzo di sistemi protettivi come le mascherine e sanificazioni approfondita, "ma anche, ed è molto importante, il controllo della temperatura in ingresso e in uscita". Secondo Bucci "Non si può ripensare a un rilancio della società senza pensare alle attività turistiche e culturali e quindi anche a musei e teatri".