Condividi:


Genova, una lepre in sopraelevata: lo strano avvistamento

di Redazione

L'animale ha corso per chilometri verso Ponente, scortato da due automobilisti che hanno fatto il possibile per proteggerlo

Ancora uno strano avvistamento sulla sopraelevata di Genova. Nella serata di ieri una lepre ha imboccato la strada Aldo Moro a tutta velocità in direzione Ponente. L'animale visibilmente spaventato ha iniziato a correre all'impazzatacercando una via d'uscita.

Fortunatamente in quel momento stavano passando due automobilisti che hanno 'protetto' la lepre con le proprie auto, effettuando una sorta scorta fino al termine della sopraelavata. Ancora non è chiaro come l'animale abbia fatto a raggiungere la strada e neppure dove sia finita dopo la pazza corsa. Di certo la lepre è un'avvistamento inedito.
 
Il video è stato postato sul gruppo Facebook 'Viabilità Genova' ma ben presto è diventato inevitabilmente virale sui social.
 
Sul caso è intervenuta anche l'Enpa di Genova: "Molti di voi avranno visto il video della lepre incalzata dalle auto in soprelevata. Gli autisti filmano mentre un'auto avanza dietro all'animale con le quattro frecce suonando il clacson. Sebbene l'intenzione di voler salvaguardare l'animale da parte dell'autista del veicolo nella corsia di sinistra sia chiara, ci teniamo a precisare che si è trattato di un comportamento comunque nocivo per l'animale, sfiancato e terrorizzato, e vogliamo suggerire qui com'è giusto comportarsi in queste situazioni:
1. Non incalzare l'animale con il veicolo. Come nel video, l'animale si sentirà braccato e potrebbe continuare a correre in linea retta fino allo sfiancamento, talvolta fino al punto di collassare. In una strada che lo consente, consigliamo di mantenere le distanze e, se possibile, addirittura fermarsi, affinché l'animale possa prendere in considerazione l'evasione laterale o cercare riparo. Tuttavia, nel caso di una strada come la sopraelevata (senza ripari né vie di fuga) può essere bene fare da scudo all’animale procedendo a bassissima velocità finché non trova un’uscita
2. Non spaventare ulteriormente l'animale usando clacson o qualsiasi rumore (voce inclusa)
3. Segnalare la presenza dell'animale agli altri veicoli (come stava facendo l'auto con la doppia freccia) e contattare le autorità stradali
4. Filmare la scena solo se le 3 azioni precedenti sono state effettuate – date la precedenza alla sicurezza dell'animale piuttosto che ai social!
A pochi giorni da video analogo dell'inseguimento di un branco di lupi, ci fa piacere vedere che, almeno in questo caso, si è cercato in qualche modo di aiutare l'animale. Ringraziamo per le buone intenzioni e speriamo che il messaggio possa essere di aiuto in situazioni future. Il CRAS è a disposizione per qualsiasi dubbio!"