Genova, torna l'Ultra del Turchino: la corsa tra Ovada e Voltri

di Redazione

La manifestazione si svolgerà il 23 marzo in notturna

Genova, torna l'Ultra del Turchino: la corsa tra Ovada e Voltri

Dopo il successo dell’edizione inaugurale dell’anno scorso, si rinnova l’appuntamento con l’Ultra del Turchino, corsa non competitiva notturna di 50 chilometri sulla strada tra Ovada e Voltri previo giro di 12,5 chilometri nel centro della città dell’Alto Monferrato. L’Ultra del Turchino, organizzata dall'ADS Impossible Target (affiliata Uisp) si correrà lungo le tortuose strade che separano il Basso Piemonte con la nostra regione, è inserita nell’ambito dell’Ultramaratona Milano-Sanremo, la più lunga d’Europa: 285 chilometri con 48 ore di tempo a disposizione.

Il ritrovo dei podisti è previsto ad Ovada, lung’Orba Giuseppe Mazzini 8, alle ore 22.30 di sabato 23 e partenza per la Liguria a mezzanotte con arrivo a Genova al giardino Caduti Partigiani Voltresi. Il percorso attraverserà Rossiglione, Campo Ligure, Masone e Mele. Saranno 9 le ore disponibili per arrivare al traguardo. La manifestazione, a seguito della proficua collaborazione dello scorso anno tra il Comune di Genova e Impossible Target, ha voluto coinvolgere sempre più il territorio genovese, andando a creare sinergie con il tessuto commerciale locale (attraverso il Civ di Voltri Ascom-Confcommercio) e a valorizzare le attrattività turistiche della zona.

"Sono particolarmente contenta del coinvolgimento del Civ di Voltri, per il tramite di Confcommercio, anche a questa edizione di una maratona così particolare e così attesa dagli appassionati - ha detto l'assessore al commercio e turismo Paola Bordilli -. Abbiamo voluto organizzare iniziative per rendere più accogliente l'arrivo dei partecipanti e far conoscere loro le peculiarità locali e i luoghi dando così uno spunto e uno stimolo ai molti partecipanti da fuori Genova per farli tornare in visita nella nostra città". Bordilli ha ringraziato il Tennis Club di Voltri "che dalle 3 di notte metterà a disposizione degli atleti i propri servizi affinché trovino un primo posto di accoglienza al termine della competizione e i negozi che hanno garantito la consegna dei pettorali ai partecipanti".

Soddisfazione è stata espressa anche dal consigliere delegato allo sport Stefano Anzalone: "Il Ponente genovese è ancora una volta protagonista di un'importante manifestazione sportiva. Il fatto che sia stata riconfermata rappresenta un segnale positivo e conferma il buon lavoro svolto da tutti i soggetti coinvolti in questo progetto"