Tags:

stazioni marittime

Genova, Stazioni Marittime passeggeri in aumento. Monzani verso la presidenza

di Redazione

"Impossibile fare previsioni per i prossimi mesi: pandemia e guerra sono sempre attuali ma contiamo di aumentare i traffici"

Genova, Stazioni Marittime passeggeri in aumento. Monzani verso la presidenza

Ammonta a 1.229.785 euro l’utile netto registrato nel corso del 2021 da Stazioni Marittime spa. Il dato è stato approvato in data odierna dall’Assemblea degli Azionisti della Società.

È stata inoltre data indicazione al Consiglio di Amministrazione circa la nomina di Edoardo Monzani al ruolo di Presidente della Società.

Il fatturato, pari a 19,8 milioni di euro, è aumentato del 65% circa rispetto al 2020, mentre il cash flow si è attestato a circa 5 milioni di euro.

Il 2021 ha registrato 138 toccate nave con 416.386 crocieristi, di cui 228.279 home port e 188.107 in transito. Un buon risultato se confrontato col 2020, quando le toccate erano state 48 e i passeggeri totali 131.121 (80.494 home port e 50.627 in transito).

"Ovviamente i numeri, se confrontati con quelli degli anni pre-Covid-19, sono ancora bassi e sono indicativi del forte impatto della pandemia sul mercato delle crociere nel nostro porto, ancor più se paragonati alle stime per il 2021 elaborate prima del Covid, che verosimilmente si avvicinavano ai 300 scali e a 1,4 milioni di crocieristi.

 Occorre comunque ricordare che i terminal di Stazioni Marittime S.p.A. sono stati i primi in grado di dare ospitalità alla “ripartenza” dopo il blocco governativo alle navi da crociera: nell’Agosto 2020 è infatti partita da Ponte dei Mille la MSC Grandiosa per un itinerario di 7 giorni nel Mediterraneo. Il porto di Genova è stato quindi il primo porto del mediterraneo, seguito poi da altri, a mettere in atto procedure ed infrastrutture adeguate per potere lavorare una nave da crociera in epoca di Covid. Un’operazione resa possibile grazie ad un lavoro sinergico di tutti gli attori in campo per definire e mettere in atto complesse procedure anche con impegno di personale specializzato, operazioni che si sono poi ripetute anche con altre compagnie".

Circa il traffico traghetti, il 2021 ha chiuso con un deciso incremento rispetto all’anno precedente, sebbene siano ancora lontani i numeri pre-pandemia:

Passeggeri    1.678.315 (+40,53%)

Auto               634.496 (+40,50%)

Moto                  38.739 (+50,96%)

Metri lineari 2.161.599 (+23,90%)

Rispetto al 2020 sono stati movimentati 484.010 passeggeri in più. La Sardegna ha incrementato il traffico di circa 253.000 passeggeri, la Sicilia di circa 49.000, la Corsica di circa 11.000, il Nord Africa di circa 171.000.

Il traffico commerciale, che aveva comunque tenuto anche nel 2020 in quanto meno vincolato ai flussi turistici e non condizionato dalle limitazioni alla mobilità delle persone, ha chiuso con un ottimo incremento (+417.000 metri lineari circa).

PREVISIONI TRAFFICO 2022

"Per il 2022, in ragione degli eventi bellici in corso, della pandemia ancora diffusa e del generale clima di incertezza aggravato da un deciso rincaro dei prezzi di beni e forniture di prima necessità, risulta ancora difficile fare previsioni che non siano meramente indicative. L’auspicio - continua la nota di Stazioni Marittime è che il diffuso e corrente allentamento delle misure dei governi permettano comunque un ritorno alla mobilità delle persone e quindi ad una decisa ripresa dei flussi turistici, con incremento del traffico traghetti intorno al 15% e un movimento di 900.000 crocieristi".