Condividi:


Genova, picchia la fidanzata minorenne e aggredisce gli agenti: arresto 20enne colombiano

di Marco Innocenti

All'arrivo degli agenti la ragazza ha negato di essere stata percossa ma le telecamere della Questura avevano ripreso tutto

La Polizia ha arrestato ieri sera un cittadino colombiano di 20 anni per il reato di lesioni personali, violenza e minacce a PU, nonché per danneggiamento.
Gli agenti di una volante dell’UPG, a seguito di una segnalazione, sono intervenuti in Piazza De Ferrari in soccorso di una cittadina colombiana minorenne (17 anni), che era stata poco prima percossa e scaraventata a terra dal fidanzato. Quando gli operatori hanno intercettato in via XX Settembre la coppia, la ragazza ha però negato di essere stata aggredita nonostante presentasse evidenti graffi sul petto ed una tumefazione allo zigomo.

Tale versione è stata però immediatamente smentita attraverso la visione delle immagini delle telecamere della Sala Operativa della Questura dove i poliziotti hanno visto il 20enne percuotere con violenza la ragazzina. I due giovani sono stati accompagnati, a fatica, in Questura ed il 20enne ha, prima danneggiato la portiera della volante, poi si è scagliato contro gli agenti procurando ad uno di loro una ferita all’arcata dentale giudicata guaribile in 7 giorni.

Non contento il giovane colombiano, dopo aver minacciato di morte tutti i poliziotti, ha strappato dal collo una catenina ad uno di loro per poi cercare di ingoiarla ma è stato prontamente fermato. Nel frattempo la minorenne ha continuato a negare di essere stata picchiata cercando di intralciare l’operato degli agenti con atteggiamenti ostili rifiutandosi anche di fornire le proprie generalità. Il 20enne sarà processato per direttissima nella mattinata odierna mentre la minorenne è stata affidata alla madre e denunciata per rifiuto d’indicazioni sulla propria identità.