Genova, la Lega chiede di rimuovere le cabine telefoniche in disuso. Il Pd si oppone

di Alessandro Bacci

Rossi: "Devastate e utilizzate per dormire, spacciare o come wc". Il Pd: "Si avvicinano i mesi più duri per chi è senza un tetto"

Genova, la Lega chiede di rimuovere le cabine telefoniche in disuso. Il Pd si oppone

Sono alcune decine le cabine telefoniche, inutilizzate, ancora presenti a Genova e secondo il consigliere comunale della Lega Davide Rossi "vanno rimosse quanto prima per il decoro e la sicurezza dei quartieri". Il vice capogruppo del Carroccio a Tursi ha presentato oggi in consiglio comunale un'interrogazione a risposta rapida sul tema. "Molte di queste cabine sono devastate - spiega - utilizzate come wc pubblici a cielo aperto, per dormire o occultare sostanze stupefacenti da spacciare".

L'assessore della giunta che ha risposto, Stefano Garassino, ha spiegato che non è stato facile capire chi dovrebbe occuparsi di rimuovere quella cabine ma ha anche detto che si sta "muovendo in tal senso" e che ha già fatto partire "interlocuzioni con gli interessati per risolvere il problema", ovvero Telecom.

Immediata la reazione del Pd: "Con la fine di ottobre e l'inverno in arrivo si avvicinano i mesi più duri per chi è senza un tetto e costretto a vivere in strada. Dalla politica ci aspetteremmo che cercasse di trovare soluzioni adeguate per tutelare le fasce più deboli della popolazione, ma le priorità della giunta sono altre - dicono dal gruppo Dem in consiglio comunale - La Lega chiede di rimuovere le cabine telefoniche in disuso che offrono un improprio riparo a chi non ha casa, né altri luoghi in cui dormire e sopravvivere. Anziché spendere denaro per rimuovere le cabine telefoniche in nome del fantomatico decoro, la giunta Bucci dovrebbe investirlo per implementare i servizi sociali di prossimità e dare tutela alle persone ai margini della società". Il Pd ha chiesto una commissione consiliare con l'amministrazione sul piano di emergenza freddo e sulla presa in carico dei senzatetto.