Genova, l'ultimo saluto a Marco Santeusanio: palloncini in cielo per il diciottenne calciatore morto in scooter

di Giorgia Fabiocchi

49 sec

La strada è stata chiusa per consentire l'afflusso di tutti coloro che erano presenti al funerale del giovane: circa 500 tra amici, parenti, calciatori

Si sono tenuti questa mattina, sabato 12 febbraio, i funerali di Marco Santeusanio, il diciottenne morto nella notte di giovedì 3 febbraio mentre guidava il proprio motorino in via Toti. Marco era una promessa del calcio e militava nel Ligorna. L'abbraccio finale nella chiesa di San Pietro, in via Nizza, in Albaro.

Centinaia le persone che si sono presentate fuori dalla chiesa per salutare il giovane, che aveva compiuto 18 anni pochi giorni prima di perdere la vita.

"Ciao Marco", c'era scritto su uno striscione rossoblù perchè Marco era un grande tifoso del Genoa. I compagni di squadra hanno distribuito i palloncini volanti a tutti coloro che erano presenti, come saluto finale al cimitero. Un lungo silenzio e poi un lungo applauso hanno accompagnato il feretro.

Sul ragazzo è stata eseguita l'autopsia per cercare di fare chiarezza su quanto accaduto.
I compagni del Ligorna la settimana scorsa hanno deciso di devolvere l'incasso della gara contro la Caronnese alla famiglia di Marco.