Genova, il vicesindaco Piciocchi: "Distribuiremo tutti i buoni spesa entro Natale"

di Redazione

"Con il milione e mezzo in più che abbiamo stanziato riusciremo a coprire tutte le domande approvate", annuncia Piciocchi

La crisi da Covid 19 sta colpendo duramente il tessuto ecomonico-sociale di Genova, come dimostrano i numeri impressionanti delle richieste per i buoni spesa ricevute dal Comune: oltre 19.500 in poche settimane.

"Abbiamo a disposizione 4 milioni e mezzo di risorse per i buoni spesa, di cui 1,5 milioni stanziati direttamente dal comune di Genova, quindi riusciremo a coprire tutte le domande che hanno i requisiti richiesti", spiega il vicesindaco e assessore al Bilancio Pietro Piciocchi. "Ora l'obiettivo è distribuirli entro Natale: siamo pronti a partire con 44 punti di distribuzione gestiti da 88 addetti".  

Ma qual è il profilo tipico delle persone che si rivolgono al Comune per chiedere un aiuto? "Non abbiamo ancora dei dati statistici precisi, ma direi che la maggior parte sono persone del ceto medio in difficolta", spiega Piciocchi. "Il limite Isee non era bassissimo, quindi credo che si tratti principalmente di piccoli commercianti, ambulanti, tutte le persone che sono state messe in crisi dalla pandemia. Del resto, non era una misura pensata per intercettare le grandi povertà, ma per le persone che soffrono di una diminuzione di reddito in questo periodo".