Genova, il sindaco Bucci a Oregina per la cerimonia dello scioglimento del Voto

di Redazione

Il sindaco: "Oggi ricordiamo la riconquista della libertà, che finisce solo dove incomincia la libertà degli altri"

Genova, il sindaco Bucci a Oregina per la cerimonia dello scioglimento del Voto

Questa mattina, al Santuario di N.S. di Oregina, nell'ambito delle giornate Mameliane, si è tenuta la tradizionale cerimonia dello scioglimento del Voto cui hanno partecipato il sindaco Marco Bucci, il vice presidente del consiglio regionale Armando Sanna e la Cancelliera de "La Compagna" Isabella Descalzo. La cerimonia dello Scioglimento del Voto si riallaccia a due date particolarmente significative per la storia di Genova: il 5 dicembre 1746, ovvero la ribellione all'occupazione austriaca da parte della città e il 10 dicembre 1847, quando Goffredo Mameli e trentamila patrioti provenienti da ogni parte d'Italia sfilarono dall'Acquasola a Oregina dove venne cantato quello che diverrà poi l'Inno Nazionale e sventolò il Tricolore.

"Oggi - ha detto Bucci - ricordiamo la riconquista della libertà, che finisce solo dove incomincia la libertà degli altri. Ma le sfide non sono finite. A noi spetta lottare contro la pandemia, la mancanza di lavoro e una realtà economica particolarmente difficile. Dobbiamo combatterle con la stessa energia che fu di Balilla e di chi, dopo di lui, ha lottato per la nostra libertà".