Genova, il 28 maggio riapre il Galata Museo del Mare

di Redazione

Beppe Costa: "Un passo avanti per ricostruire la proposta turistica e culturale della nostra città"

Genova, il 28 maggio riapre il Galata Museo del Mare

Dal 28 maggio il Galata Museo del Mare torna operativo. La struttura, il più grande museo marittimo del Mediterraneo e una tra le strutture museali più visitate della Liguria, riaprirà le porte ai visitatori predisponendo tutte le misure per consentire una visita piacevole e sicura, nel rispetto delle normative sul distanziamento sociale.

Gli amanti del mare potranno finalmente tornare a compiere l’esperienza di un viaggio attraverso gli Oceani e salire a bordo delle diverse imbarcazioni ricostruite a grandezza reale utilizzate da marinai e capitani dal ‘600 ad oggi. Un’esperienza che per i giovanissimi sarà “stratopica” grazie al percorso tematizzato in 15 tappe che vede il topogiornalista di Topazia Geronimo Stilton accompagnare i bambini alla scoperta del mare e della navigazione.

Il museo sarà visitabile in tutti e quattro i piani espositivi fatta eccezione per la sala della Tempesta. Il sommergibile S-518 Nazario Sauro per i primi tempi di riapertura non sarà visitabile in attesa di alcuni interventi di adeguamento alle nuove disposizioni sanitarie. Per garantire il corretto distanziamento durante la visita, verrà predisposta un’apposita segnaletica fuori dal Museo e all’ingresso e verrà predisposto un accesso contingentato con il supporto dello staff di accoglienza. Dispenser con gel disinfettante saranno a disposizione nella hall del Museo, così come a ogni piano del percorso. La mascherina sarà da indossare obbligatoriamente per l’intera durata della visita. Per prepararsi ad accogliere il pubblico, inoltre, il Galata ha inoltre effettuato accuratissime pulizie di tutti gli spazi che verranno fruiti dal pubblico e incrementerà tale attività quotidianamente.

“E’ con grande gioia che annunciamo la riapertura del Galata Museo del Mare – dichiara Nicoletta Viziano, Presidente del MuMA Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni – la seconda struttura del nostro polo museale ad aprire dopo la Lanterna. La ripartenza del mondo culturale di Genova, città sul mare e di mare, non può prescindere dal Galata che del mare racconta tutti gli aspetti e le storie del passato e del presente”.

“Non abbiamo mai smesso di raccontarci e raccontare le storie dei protagonisti del Galata in questi quasi tre mesi – dichiara Pierangelo Campodonico, Direttore del Galata Museo del Mare -. Continuare il dialogo con i nostri visitatori, anche se a distanza, ci ha consentito di continuare a diffondere la cultura del mare attraverso personaggi grandi e meno grandi che hanno vissuto storie incredibili. E proprio da queste storie in periodi difficili come quello che abbiamo vissuto si può imparare molto”.

“La riapertura del Galata– aggiunge Giuseppe Costa, Presidente e Amministratore Delegato di Costa Edutainment – costituisce un altro passo importante, dopo le aperture dell’Acquario di Genova e di Palazzo Ducale, nel ricostruire la proposta turistica e culturale della nostra città. La ripresa sarà graduale, ma, soprattutto per i primi tempi e fino alla completa riapertura di tutti i confini regionali e non, contiamo molto sui nostri concittadini genovesi e liguri e li invitiamo a venire in visita”.