Genova, i tabaccai preferiscono i contanti

di Anna Li Vigni

51 sec

Monica Solari: "Accettiamo carte e bancomat solo oltre una certa spesa: la commissione da pagare alla banca quasi corrisponde al guadagno. E a noi non conviene"

In genere il tabaccaio, essendoci margini molto ridotti, preferisce il pagamento in contanti. Questo è il motivo per cui nelle rivendite di tabacchi si è restii ad accettare altri generi di pagamento: la commissione bancaria quasi corrisponde al guadagno. 

Per assurdo i clienti vorrebbero pagare la bolletta in contanti e pagare il tabacco con pagamenti elettronici. Proprio su questo prodotto il guadagno è veramente basso. 

C'è anche chi accetta qualunque tipo di pagamento pur di non perdere il cliente ma in generale tutto dipende dal ricavo. Spesso le persone si trovano in difficoltà ma per i rivenditori di tabacchi si tratta davvero di una questione di convenienza. Infatti non è una questione di costo ma di profitto. Quando si tratta di pagare le bollette invece, non ci sono problemi e in questi casi si accettano tutti i tipi di pagamento. 

"Sul biglietto dell'autobus da 1,50 il nostro utile è di 3 centesimi lordi", spiega Monica Solari, titolare della tabaccheria Solari di Via XX Settembre.