Spezia, il Comune dimezza i tempi di pagamento per i suoi fornitori: da 16 a 7 giorni

di Marco Innocenti

Una buona notizia anche per le casse comunali, perché permette di ridurre il fondo garanzia debiti commerciali da 830mila a 300 mila euro

Spezia, il Comune dimezza i tempi di pagamento per i suoi fornitori: da 16 a 7 giorni

Buone notizie per i fornitori (e non sono pochi!) del Comune di Spezia: in un anno, fra il 2020 e il 2021, i tempi di attesa dei pagamenti, sono scesi da 16 a 7 giorni. Questo si traduce in una buona notizia anche per le casse del Comune, visto che in questo modo può essere ridotto anche il fondo garanzia debiti commerciali, quella somma che gli enti locali sono tenuti ad accantonare proprio per garantire il pagamento delle forniture acquistate.  Nel 2021 dal Comune di Spezia erano stati accantonati 830 mila euro mentre nel bilancio di previsione 2022, proprio grazie al minor tempo di attesa dei pagamenti, la previsione di accantonamento di 560 mila euro è stata ulteriormente ridotta a 300 mila euro.

"È solito sentire le aziende lamentarsi della lentezza dei pagamenti della pubblica amministrazione - commenta l'assessore al bilancio spezzino Giacomo Peserico - Di certo questo non si può dire del Comune della Spezia. Nel 2020 il tempo medio di pagamento, trascorsi i 30 giorni dalla data della fattura, era di 16 giorni e nel 2021 è sceso a 7. Pertanto chi lavora con l'amministrazione comunale è consapevole di ricevere i pagamenti dovuti in tempi molto brevi e quindi di non rischiare di essere messo in difficoltà da un punto di vista finanziario. Questa è certamente una buona notizia per le aziende che lavorano con la pubblica amministrazione, ma lo è anche per il bilancio del Comune".

Le risorse che non dovranno essere accantonate potranno essere spese per "servizi e lavori pubblici - conclude Peserico - Dalla velocità nei pagamenti del Comune della Spezia trarranno beneficio sia le aziende sia gli spezzini che rispetto al 2021 a bilancio avranno a disposizione circa mezzo milione di euro in più".