Genova, gli scout portano la “Luce della Pace di Betlemme" per la cura della Terra

di Anna Li Vigni

Un rito che si ripete da 25 anni. Una staffetta partita venerdì notte da Trieste ha raggiunto quasi 100 stazioni tra cui Genova. Canti, preghiere, lanterne accese e la Santa Messa

Genova, gli scout portano la “Luce della Pace di Betlemme" per la cura della Terra

Quest’anno la Luce della Pace è arrivata a Genova alla Stazione Principe sabato 18 dicembre con un treno in arrivo alle 21.30 (in ritardo di un'ora rispetto al previsto, a causa del terremoto in Lombardia) ed accolta dagli scout genovesi che dopo un breve cerchio di preghiera e canti, nell’area aperta alla quale si accede a sinistra dell’atrio principale della stazione, si sono riuniti poi per la S. Messa nella Chiesa di S. Giovanni di Pré.

Nel frattempo la staffetta ha continuato il suo viaggio con la fiamma fino alla frontiera di Ventimiglia. Una cerimonia che si ripete da 25 anni in segno di fratellanza e solidarietà e soprattutto in nome della pace. Suggestivo e toccante il momento in cui dalla fiammella arrivata tutti accendono la propria per propagare quella "luce" che proviene dalla lampada ad olio sempre accesa nella Grotta della Natività.

In tutti questi anni gli scout di tutte le associazioni l’hanno portata nelle carceri, nei campi nomadi, negli eremi e in tutti quei luoghi dell’emarginazione, spiega Massimiliano Costa, presidente del MASCI, Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani.