Genova, filmava i bambini nei centri commerciali, a casa 20 mila video pedopornografici: arrestato

di Redazione

L'uomo è un operaio 49enne sposato con figli, aveva filmati anche di natura cruenta, alcuni addirittura di pedo-necrofilia

Genova, filmava i bambini nei centri commerciali, a casa 20 mila video pedopornografici: arrestato

Nell'ambito di una complessa indagine scaturita in ambito di cooperazione internazionale di polizia e coordinata dal Servizio Polizia Postale e delle  comunicazioni (CNCPO), gli investigatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Genova e Roma, hanno arrestato M.V., operaio specializzato di 49 anni, sposato con figli adulti. L'uomo è stato trovato in possesso di un'ingente quantità di materiale pedopornografico, prodotto mediante lo sfruttamento
sessuale di bambini di età compresa tra gli 0 e i 10 anni, circa 20.000 video, di natura particolarmente cruenta, alcuni addirittura di pedo-necrofilia.

Le indagini hanno inoltre evidenziato che l'arrestato attraverso una spycam, una piccola videocamera facilmente occultabile, era solito filmare a loro insaputa i bambini che incontrava nei centri commerciali o in altri luoghi pubblici. Continua l'attività di contrasto alla pornografia minorile online da parte della Polizia Postale di Genova, che nell'ultimo mese ha già condotto all'arresto di tre pericolosi soggetti

L'uomo vive nel Lazio ma si spostava nelle varie regioni per lavoro ed è stato fermato proprio nel capoluogo ligure.Il materiale veniva reperito nel dark e deep web ma anche attraverso i servizi di messaggistica istantanea. Le indagini proseguono anche all'estero grazie alla cooperazione internazionale di polizia coordinata dal Servizio polizia postale e delle comunicazioni. I video, secondo gli inquirenti, vengono prodotti all'estero e poi diffusi via internet attraverso i canali conosciuti dai pedofili.