Genova, era un medico in pensione l'uomo trovato morto alla stazione di Sturla

di Edoardo Cozza

Aveva 80 anni e aveva in tasca confezioni di farmaci per la demenza senile: secondo gli investigatori avrebbe perso l'orientamento e sarebbe finito sui binari

Genova, era un medico in pensione l'uomo trovato morto alla stazione di Sturla

Era un medico in pensione di 80 anni l'uomo trovato morto la scorsa notte all'interno della galleria ferroviaria nei pressi della stazione Sturla di Genova. L'uomo, che viveva da solo, aveva in tasca alcuni blister di farmaci per la demenza senile. L'ipotesi degli investigatori della polizia ferroviaria, coordinati dal pubblico ministero Fabrizio Givri, è che l'anziano possa avere perso l'orientamento e avere iniziato a vagare lungo i binari per poi essere colpito da un treno in transito.

A novembre un caso simile: il boss Salvatore Di Gangi, vicino al capomafia Totò Riina, era stato trovato morto in una galleria vicino alla stazione Principe. L'anziano era stato scarcerato dalla casa circondariale di Asti per motivi di salute. Di Gangi aveva preso un treno per arrivare in Sicilia ma era stato fatto
scendere perché senza green pass. A quel punto aveva vagato lungo la ferrovia ed era stato travolto da un convoglio.