Genova, Bucci: “Entro febbraio l'annuncio per la delocalizzazione dei depositi costieri di Multedo”

di Alessandro Bacci

Il sindaco: "Ci sono alcune trattative con aziende private che possono essere svelate solo una volta arrivati a un accordo"

Genova, Bucci: “Entro febbraio l'annuncio per la delocalizzazione dei depositi costieri di Multedo”

Un'assemblea pubblica tra fine mese e l'inizio di dicembre e poi una commissione consiliare entro il 28 febbraio 2022 dove il sindaco di Genova Marco Bucci riferirà sul tema della delocalizzazione dei depositi costieri di Superba e Carmagnani dall'abitato quartiere di Multedo, nel ponente, in un'altra area della città. "Ci sono alcune trattative con aziende private che possono essere svelate solo una volta arrivati a un accordo, capisco l'esigenza di avere degli annunci, anche io avrei voglia di annunciare ma lo farò quando e possibile e sono fiducioso di poterlo fare entro la fine di febbraio".

Il sindaco è intervenuto durante il consiglio comunale di oggi, discutendo un ordine del giorno proposto dal capogruppo del Pd Alessandro Terrile in cui si chiedeva conto, appunto, dello spostamento del cosiddetto "petrolchimico". Il consigliere di centrosinistra chiedeva una commissione entro la fine dell'anno ma la giunta, per approvare il documento, ha chiesto una scadenza più ampia. Il sindaco ha anche rivelato di avere incontrato proprio oggi i sindacati dei lavoratori delle aziende chimiche coinvolte, che hanno chiesto garanzie sul mantenimento dei posti di lavoro.

Il tema della delocalizzazione di Superba e Carmagnani è tornato di attualità dopo l'accordo firmato dagli enti locali e Aspi per il risarcimento da 1,45 miliardi legato al crollo del ponte Morandi: nei progetti finanziati con quelle risorse anche la realizzazione di un nuovo casello per Genova Pegli, per la quale però sarà necessario lo spostamento dei depositi costieri.