Genova, botte e abusi sessuali sulla figlia minorenne: arrestato il padre

di Fabio Canessa

Violenze da quando lei aveva 11 anni, dopo la denuncia ha tentato di far esplodere la casa

Genova, botte e abusi sessuali sulla figlia minorenne: arrestato il padre

Un uomo di 43 anni di origini ecuadoriane è stato arrestato dalla polizia a Genova con l'accusa di avere abusato della figlia da quando lei aveva 11 anni. La squadra mobile lo ha fermato dopo avere raccolto la drammatica testimonianza della ragazzina, che ha appena compiuto 17 anni, che dopo l'ennesima violenza ha confidato tutto alla mamma. La donna è scappata di casa e ha chiesto aiuto a una assistente sociale.

L'operatrice sanitaria ha avvisato la polizia che ha avviato subito l'indagine. La giovane, ascoltata nelle nuove sale protette della questura, ha raccontato che il padre aveva iniziato ad abusare di lei quando aveva 11 anni. Gli agenti hanno scoperto che l'uomo non solo abusava della figlia, ma la picchiava e riempiva di botte anche la moglie che però era ignara delle violenze sessuali sulla figlia.

Quando le due donne non sono tornate a casa, l'uomo ha capito che le due erano andate a denunciare tutto e ha tentato di provocare una esplosione in casa staccando il tubo della caldaia e saturando l'appartamento di gas. Sul posto, tre giorni fa, erano intervenuti i vigili del fuoco, che avevano salvato l'uomo e bonificato l'abitazione. Le volanti, intervenute per le indagini, lo avevano portato in ospedale dove poi due giorni fa è stato arrestato.

"E' una vicenda molto complicata. Mi riservo di fare interrogare il mio assistito non appena avrò letto tutti gli atti". Così l'avvocato Elena Fiorini che assiste l'uomo di 43 anni arrestato con l'accusa di avere abusato e picchiato la figlia per sei anni. L'uomo davanti al gip Carla Pastorini si è avvalso della facoltà di non rispondere nel corso della convalida del fermo. Il giudice ha disposto la custodia in carcere.