Genova, Amiu completa la bonifica dell'area dell'ex centro sociale "Terra di Nessuno"

di Marco Innocenti

Raccolte 21 tonnellate di rifiuti ingombranti, tra cui anche alcuni pericolosi: 10mila euro il costo dell'intervento più 8mila euro per potare la vegetazione

Genova, Amiu completa la bonifica dell'area dell'ex centro sociale "Terra di Nessuno"

Concluse le operazioni di bonifica dell'area dell'ex centro sociale Terra di Nessuno, sgomberato a ottobre dalla polizia locale tra le proteste. L'Amiu, l'azienda municipale per la raccolta dei rifiuti, ha lavorato per dieci giorni per ripulire il terreno in via Bartolomeo Bianco. Il cantiere ha visto all'opera una squadra di cinque operatori che hanno usato una pala meccanica, cassoni per differenziare il materiale raccolto e un escavatore.

Gli operatori hanno raccolto in totale 21 tonnellate di rifiuti ingombranti di vario tipo, tra cui molti pericolosi: la maggior parte sono stati dislocati nelle aree per la differenziata mentre la parte residuale è stata portata in discarica. nei prossimi giorni, invece, verranno potati gli alberi e la vegetazione. L'operazione di bonifica è stato di circa 10 mila euro, mentre otto mila sarà il costo della sistemazione del verde.

"Vogliamo ricreare un luogo - spiega Matteo Campora, l'assessore all'Ambiente del Comune di Genova - dove valorizzare il meglio che questo territorio può offrire con una visione comune, ampia e condivisa. Perché i giovani sono una risorsa su cui vogliamo puntare per far crescere una città attenta ai bisogni di tutti". Amiu sta predisponendo alcuni progetti basati sul principio dell'economia circolare per rafforzare la rete del riuso. L'obiettivo è quello di usufruire dei fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza.