Genova, al via "Non ti scordar di me", la tre giorni di incontri della Gigi Ghirotti

di Redazione

Il 2 ottobre prende il via la quinta edizione del ciclo di appuntamenti per raccogliere fondi e far conoscere le attività della onlus

Genova, al via "Non ti scordar di me", la tre giorni di incontri della Gigi Ghirotti

L'associazione Gigi Ghirotti, una realtà storica di Genova che da 35 anni si spende per sostenere  i malati terminali e le loro famiglie nel difficile momento del fine vita, annuncia l'arrivo della quinta edizione di "Non ti scordar di me", una tre giorni di incontri per far conoscere le attività dell'associazione e per raccogliere fondi.

Si parte venerdì 2 ottobre con il convegno “Cronisti nel tunnel della malattia”, dedicato ai 100 anni dalla nascita del giornalista Gigi Ghirotti, durante il quale si affronterà la questione tra malati e sanità.  Sabato 3 , dalle 10 alle 19, i volontari, medici, infermieri e il presidente Franco Henriquet saranno in largo Pertini con uno stand per raccontare le attività dell'associalzione. Nel giorno conclusivo, domenica 4 ottobre, i volontari della Gigi Ghirotti saranno in più di dieci chiese di Genova dal Ponente al Centro al Levante con le bustine di semi dei fiori Non Ti scordar di Me per la raccolta fondi in aiuto della onlus.

Quest'anno il ciclo di incontri assume una portata particolare: oltre a festeggiare i cent'anni dalla nascita di Gigi Ghirotti, per la onlus sarà un'occcasione preziosa per autofinanziarsi, dato che trovare nuovi fondi nell'anno del covid 19 è stato particolarmente difficile. "Purtroppo in questi mesi durissimi molti eventi non si sono svolti e sono venute a mancare le tradizionali raccolte fondi a noi dedicate", spiega il presidente, il professor Franco Henriquet. "La Gigi Ghirotti però non si è fermata e continueremo a operare al meglio delle nostre possibilità. Per questo sarà molto importante l'aiuto che ci arriverà in queste giornate". 

"Come comune di Genova ci sentiamo vicini ad un'associazione che fa del bene al territorio occupandosi dell'assistenza ai malati e di promuovere le cure palliative", dichiara l'assessore ai grandi eventi Paola Bordilli. "Nel centenario della nascita di Gigi Ghirotti è importante che vengano ricordati il suo messaggio e il suo coraggio nella lotta alla malattia, come fa l’associazione che porta il suo nome".