Condividi:


Genoa, scatta l'ora di Scamacca: l'attaccante pronto alla prima da titolare

di Alessandro Bacci

Rolando Maran lavora senza sosta a Pegli nella settimana del derby, al Ferraris arriva il Catanzaro: obiettivo passare il turno

Vigilia di coppa per il Genoa che domani affronterà al Ferraris il Catanzaro. Un impegno a cui, forse, Rolando Maran in questo momento avrebbe volentieri rinunciato. Il tecnico sta lavorando senza sosta a Pegli per permettere alla propria squadra di recuperare la forma fisica migliore. L'emergenza covid fortunatamente è rientrata ma sono tanti i giocatori che inevitabilmente sono rimasti fermi per giorni a causa del virus. Così nella settimana del derby l'allenatore deve pensare a una formazione evitando il più possibile di affaticare i giocatori in vista della stracittadina.

La sicurezza per il reparto offensivo ha il nome di Gianluca Scamacca. L'attaccante freme per scendere in campo da titolare, dopo che un tampone non rilevato lo ha costretto a rinunciare alla sfida con l'Inter. Il giovane attaccante avrà la possibilità di rifarsi con il Catanzaro guidando la sua squadra verso il turno successivo. Il tecnico deve poi fare i conti con i giocatori che nelle ultime settimane non si sono mai fermati: Pandev e Badelj, ad esempio, hanno giocato anche con le rispettive nazionali. Con il Catanzaro si potrebbero rivedere anche Criscito, Cassata, Lerager e Destro che finalmente si sono lasciati il covid alle spalle. E poi ancora Zappacosta e Pellegrini, considerati titolari nella formazione ideale ma con la forma fisica da valutare in questo momento.

Il tecnico è stato chiaro nel post partita con l'Inter: "Mercoledì con il Catanzaro servirà per mettere su minutaggio oltre che per passare il turno. Cercheremo di mettere in campo una squadra che ha bisogno di giocare e che abbia le caratteristiche per passare il turno”.