Genoa-Parma, il popolo genoano si prepara ad affrontare i gialloblu al Ferraris

di Andrea Carozzi

Dopo il lungo stop imposto dal Covid i rossoblù di Davide Nicola scendono in campo per centrare l'obiettivo salvezza, grande attesa tra i tifosi

Tra i tifosi rossoblù c'è grande attesa per il ritorno in campo degli undici grifoni che martedì 23 giugno alle ore 21.45 sfideranno il Parma allo Stadio Luigi Ferraris di Marassi. E nonostante un po' di amarezza derivata dal fatto di non poter seguire i propri beniamini direttamente dagli spalti a causa del Covid-19, il ritorno del campionato per gli amanti del calcio non può che sancire un ulteriore passo in avanti verso la tanto agognata normalità. 

Dal centro storico a Castelletto, passando per il Carmine e Circonvallazione a monte i tifosi genoani non hanno nessun dubbio, la ripresa sarà dura, soprattutto dopo tre mesi di stop che hanno interrotto una serie di risultati positivi centrati in ottica salvezza prima del lockdown. La sfida a porte chiuse con i gialloblu guidati da Roberto D'Aversa (reduci da un pareggio per 1 a 1 con il Torino) coincide così con il ritorno alla lotta che il Grifone 2019/2020 ha ingaggiato contro la retrocessione.

Come in ogni momento di difficoltà il popolo rossoblu si stringe (anche se virtualmente) intorno alla squadra guidata da Davide Nicola, sperando in una salvezza senza troppi patimenti. Certo non manca qualche voce fuori dal coro secondo la quale una breve retrocessione potrebbe risanare definitivamente la squadra e la società, ma non è questo il momento di fare polemiche. E quello che sicuramente mette tutti d'accordo è la voglia di ritornare a guardare il campionato da dove si era interrotto, magari dal baretto sotto casa in compagnia degli amici di sempre dando uno sguardo attento alla classifica e alle distanze di sicurezza.