Genoa, la Gradinata Nord: "A queste condizioni non entreremo allo stadio"

di Alessandro Bacci

Il comunicato dei tifosi: "Il numero ridotto di persone non può essere un argomento trascurabile. Non ci avrete mai come volete voi"

Genoa, la Gradinata Nord: "A queste condizioni non entreremo allo stadio"

Anche i tifosi del Genoa, così come sta accadendo in tutta Italia, esprimono perplessità sulle nuove norme per l'accesso allo stadio. La Gradinata Nord con un comunicato esprime chiaramente il concetto "Non ci avrete mai come volete voi". A poche ore dalla sfida di esordio in Coppa Italia i gruppi organizzati confermano che non entreranno al Ferraris: “Dopo 18 mesi, il nostro Genoa torna a giocare una partita ufficiale al Ferraris con il pubblico. Non è nostra intenzione entrare nel merito della vicenda Green Pass, argomento più ampio e delicato degli ingressi o meno in uno stadio. Abbiamo atteso che si chiarissero i soggetti preposti alla definizione della capienza dello stadio e alle modalità di utilizzo dell’impianto. Dobbiamo purtroppo constatare che, oltre alla chiusura delle gradinate, per noi il numero ridotto delle persone che potranno assistere alla partita non può essere un argomento trascurabile."

"L’aggregazione, lo stare insieme nel fare il tifo, sono per noiparte fondamentale del vivere lo stadio, la Nord - prosegue il comunicato - Pertanto la nostra decisione non può che essere quella di attendere, così non riusciamo davvero ad entrare nel nostro stadio. Nelle prossime settimane, attraverso le nostre assemblee, valuteremo la scelta migliore da fare. E fino ad allora il Genoa per noi sarà soltanto nel nostro cuore”.