Genoa, Ballardini-Thiago Motta-Andreazzoli: le medie-punti a confronto

di Marco Innocenti

Calcolatrice alla mano, ecco i ruolini di marcia dei tre allenatori

Genoa, Ballardini-Thiago Motta-Andreazzoli: le medie-punti a confronto

Anche se la sconfitta nel derby non gli è costata la panchina, è chiaro a tutti che la situazione di Thiago Motta sia più che precaria. Un ulteriore scivolone sabato in casa dell'Inter, con tutta probabilità, aprirebbe una nuova crisi (la seconda in nemmeno metà stagione) in casa rossoblu, con conseguenze facilmente prevedibili dal punto di vista delle tensioni in un ambiente già in ebollizione.

In molti, in questa situazione di difficoltà, invocano il nome di Davide Ballardini, autentico salvatore della patria rossoblu nelle sue precedenti esperienze al Genoa. Un ruolino di marcia, quello dello zio Balla, che (Coppa Italia esclusa) parla di 77 presenze totali sulla panchine del Grifone, con 29 vittorie, 21 pareggi e 27 sconfitte. Un totale di 108 punti conquistati, per una media che si attesta su un più che onorevole 1,40 a partita.

Tanto per comprendere il valore di questo numero, basti pensare che con una media del genere, oggi il Genoa sarebbe a quota 22 punti. Un punto sopra a Napoli, Torino e Milan e solo 2 punti alle spalle del Parma. In piena zona tranquillità, all'ottavo posto solitario. Un sogno, insomma!

Impietoso il confronto con Thiago Motta, che in otto gare al timone del Grifo, ha collezionato appena una vittoria (all'esordio contro il Brescia), 3 pareggi e 4 sconfitte, l'ultima nel debry pesantissima, sia per la classifica che per il morale dell'intero ambiente. In totale quindi 6 punti all'attivo, per una media di appena 0,75 punti a partita. Non molto di più del suo predecessore Aurelio Andreazzoli, che sempre in otto gare conquistò una vittoria (all'esordio casalingo contro la Fiorentina), 2 pareggi e 5 sconfitte, per un totale di 5 punti e una media di 0,62 a partita.

Continuando a tenere questa media, la squadra di Thiago Motta da qui alla fine del campionato, nelle restanti 22 partite, potrebbe ambire al massimo a mettere in carniere altri 17 punti (sarebbero 16,5 ma abbiamo arrotondato per "ottimismo"...), arrivando a chiudere la stagione a quota 28 punti. Una quota che nelle ultime stagioni non sarebbe bastata per salvarsi.