Condividi:


Finanziamenti, Vazio: "Toti chiarisca e non si interessi più di strade e ponti"

di Redazione

La replica del governatore: "Il Pd non può dare lezioni"

"In Liguria sono caduti ponti, sono morte 43 persone, ci sono viadotti a 'rischio rovina' e c'è il tema della manutenzione della rete autostradale. In questo quadro, il presidente Toti e le sue fondazioni ricevono finanziamenti da parte di chi ha in mano le concessioni e da parte di chi ne chiede il rinnovo. Se prima c'era il sospetto, alimentato dall'ambiguità di comportamenti e giudizi espressi da Toti sui concessionari autostradali ora, dopo aver letto i giornali e visto la tv che parlano di presunte irregolarità per 240 mila euro di finanziamenti ne abbiamo la certezza". Lo scrive in una nota il deputato PD Franco Vazio, vicepresidente della commissione Giustizia della Camera.

"Non voglio entrare nel merito delle indagini della Procura di Genova sulla presunta irregolarità dei finanziamenti ricevuti dal 'Comitato Giovanni Toti-Liguria' e dal 'Comitato Change' a lui riconducibili - ha aggiunto Vazio - Pongo il tema di un evidente conflitto di interessi di Toti. A me sembra inconcepibile che a presidiare il rispetto delle concessioni e la manutenzione di viadotti e gallerie autostradali sia chi ha ricevuto finanziamenti da parte di chi dovrebbe essere controllato e cioè il concessionario autostradale. Toti, commissario Straordinario per il Morandi, si è autocandidato al ruolo di 'Commissario Straordinario per le infrastrutture liguri' e si è ingerito istituzionalmente nelle procedure di rinnovo della concessione autostradale della A10. Tutto ciò è gravissimo, Toti deve farsi da parte. Ora - conclude Vazio - è importante che chiarisca la sua posizione sui finanziamenti ricevuti e allo stesso tempo non si interessi più di strade, ponti e autostrade".

 “È assai grave che l’onorevole Vazio non conosca le leggi di questo Paese - la replica del governatore Toti - Dovrebbe farlo non solo in virtù del ruolo istituzionale che ricopre, ma anche quello professionale. È assai grave, inoltre, che un parlamentare menta sapendo di mentire. In ogni caso, gli propongo un breve corso di recupero – aggiunge Toti - Le autostrade e la loro sicurezza dipendono proprio da Vazio, dal suo Governo, dal suo Ministro che ancora ieri ha rimandato le scadenze sulla Gronda: ormai ho consumato un calendario a seguire i rinvii e dalla maggioranza parlamentare di cui fa parte”.

“Quanto ai finanziamenti – prosegue Toti - credo francamente che il Pd abbia poche lezioni da dare, viste le sue fondazioni, i debiti non pagati, per non parlare dei conflitti d’interesse con le varie cooperative. L’onorevole Vazio stia sereno: esistono buoni percorsi di cura per la memoria e le crisi da irrilevanza. In quanto cittadino ligure, ci impegniamo a non lasciare indietro neppure lui".