Ferrero: "Nè io nè la mia Sampdoria c'entriamo qualcosa con la Salernitana"

di Alessandro Bacci

Il presidente: "Claudio Lotito è un grande imprenditore, ha sempre fatto tutto da solo: sa cosa fare in base alle regole della Figc"

Ferrero: "Nè io nè la mia Sampdoria c'entriamo qualcosa con la Salernitana"

"Nè io nè la mia Sampdoria c'entriamo qualcosa nelle vicende della Salernitana", Lo dice all'ANSA Massimo Ferrero, commentando indiscrezioni stampa sull'ipotesi di una sorta di soccorso del suo trustee a Lotito, per risolvere il nodo della doppia proprieta' del club campano, dopo la promozione in A.

"Claudio Lotito - aggiunge il presidente della Samp - è un grande imprenditore, si è fatto da solo e ha sempre fatto tutto da solo, come sta facendo in questo frangente: sa cosa fare in base alle regole della Figc".

"Claudio è un amico - conclude Ferrero -, ma non ha nessun bisogno d'aiuto nè da parte mia nè da parte della mia società, merita solo il più più sincero 'in bocca al lupo'.Sono convinto che, per il bene della serie A e della Salernitana, ritornata con pieno merito nel massimo campionato, saprà risolvere il tutto al meglio".