Condividi:


FedEx, obiettivo zero emissioni entro il 2040

di Marco Innocenti

Elettrificazione della flotta e istituzione dello Yale Center for Natural Carbon Capture

FedEx Corp, il primo corriere aereo al mondo, ha annunciato l’ambizioso obiettivo di azzerare, entro il 2040, le emissioni di CO2 generate dalle proprie operazioni globali. A tal fine, nei prossimi anni FedEx dedicherà un investimento iniziale di oltre 2 miliardi di USD a iniziative tese a incrementare la sostenibilità delle operazioni aziendali nell’ambito della flotta di aerei e veicoli a motore, così come delle infrastrutture.

Tra questi, 100 milioni di USD saranno destinati all’Università di Yale per contribuire alla fondazione del Center for Natural Carbon Capture e accelerare le ricerche sui metodi di sequestro di carbonio su ampia scala, partendo dal controbilanciare una quantità di emissioni di gas serra equivalenti alle emissioni attuali del trasporto aereo.

“Abbiamo la responsabilità di intraprendere azioni coraggiose per affrontare le sfide climatiche - ha dichiarato Frederick W. Smith, Presidente e CEO di FedEx Corp - Questo traguardo consolida il nostro impegno di lunga data verso la sostenibilità delle operazioni, investendo al tempo stesso in soluzioni trasformative a lungo termine per FedEx e l’intero settore.”

I passaggi chiave verso la neutralità carbonica includono:

L’elettrificazione dei veicoli. Entro il 2040, l’intera flotta dedicata al ritiro e alla consegna (PUD) di FedEx sarà composta da veicoli elettrici a zero emissioni grazie a programmi progressivi tesi alla sostituzione dei veicoli esistenti. Entro il 2025, per esempio, il 50% degli acquisti di veicoli PUD globali FedEx Express riguarderà veicoli elettrici. Entro il 2030 questa percentuale arriverà al 100%.
Soluzioni sostenibili per i clienti. FedEx collaborerà con i clienti per offrire alle loro supply chain una sostenibilità “end-to-end”, con proposte di spedizione a emissioni zero e soluzioni di imballaggio sostenibili.

FedEx non smetterà di investire in carburanti alternativi per ridurre le emissioni dei veicoli e degli aeromobili.
Conservazione del carburante e modernizzazione della flotta. FedEx darà seguito al successo delle iniziative FedEx Fuel Sense, mirate a ridurre il consumo di carburante della flotta aerea. Dal 2012, i programmi di modernizzazione della flotta e FedEx Fuel Sense hanno permesso di risparmiare un totale di 1,43 miliardi di galloni di carboturbo ed evitare oltre 13,5 milioni di tonnellate di emissioni di diossido di carbonio (CO2).

FedEx continuerà a promuovere gli sforzi tesi a rendere più sostenibili le oltre 5.000 filiali globali con investimenti continui in strutture efficienti, energie rinnovabili e altri programmi di gestione energetica.
Soluzioni naturali per il sequestro di carbonio. I finanziamenti di FedEx contribuiranno all’istituzione dello Yale Center for Natural Carbon Capture a supporto della ricerca applicata di soluzioni naturali per il sequestro di carbonio.

Il percorso verso la sostenibilità si fonda su nuove strategie per la rimozione e l’immagazzinamento del carbonio in eccesso nel pianeta. Il Center for Natural Carbon Capture catalizzerà la ricerca interdisciplinare tra scienze naturali e ingegneria per accelerare il raggiungimento dell’obiettivo.

I ricercatori del centro svilupperanno metodi tesi a rafforzare i sistemi naturali per l’immagazzinamento del carbonio, tra cui ecosistemi biologici e ciclo geologico del carbonio, migliorando così, ove possibile, la velocità di assorbimento del carbonio, le quantità contenibili e la durata dell’immagazzinamento. Con questi sforzi gli scienziati di Yale intendono creare un portafoglio di strategie per la rimozione del carbonio rilevanti su scala globale.

Consolidando gli attesi successi iniziali nel settore aereo, il Centro amplierà il suo raggio d’azione verso ulteriori fonti di emissioni globali. I risultati saranno pubblicati e condivisi per permettere a imprese, industrie e governi di beneficiare di un lavoro teso ad accelerare l’adozione e l’implementazione di strategie naturali per la cattura del carbonio a livello mondiale.

“Il cambiamento climatico è una sfida complessa, che richiede azioni urgenti, e le strategie naturali per la cattura del carbonio avranno un ruolo chiave - ha commentato Ingrid C. “Indy” Burke, Carl W. Knobloch, Jr. Dean della Yale School of the Environment - Con la creazione del Center for Natural Carbon Capture, intendiamo sviluppare strategie per la cattura del carbonio che contribuiranno a controbilanciare le emissioni globali.”

L’impegno di FedEx si basa su una lunga tradizione di pratiche sostenibili. Dal 2009, gli sforzi aziendali hanno contribuito a ridurre del 40% circa l’intensità delle emissioni di CO2 mentre, nello stesso periodo, il volume dei colli è aumentato del 99%. Di recente, FedEx si è aggiudicata il primo posto del settore nella classifica 2021 delle “America’s Most Just Companies” di JUST Capital, per la categoria ambiente, ed è stata la prima delle “America’s Most Responsible Companies 2021” del settore viaggi, trasporti e logistica individuate da Newsweek.

“Abbiamo fatto grandi passi avanti per limitare il nostro impatto ambientale, ma non possiamo fermarci qui. La salute a lungo termine del settore dipende direttamente dalla salute del pianeta, ma la posta in gioco non riguarda soltanto i profitti: stiamo facendo la cosa giusta”, ha affermato Mitch Jackson, Chief Sustainability Officer di FedEx Corp. “In FedEx, ci impegniamo a collegare persone e possibilità in maniera responsabile ed efficace. Le iniziative attuali avranno un impatto positivo sulle generazioni future.”