Euro 2020, occhi puntati su Belgio-Portogallo: chi vince, sfiderà l'Italia nei quarti

di Marco Innocenti

Alle 18 si affrontano anche Olanda e Repubblica Ceca

Euro 2020, occhi puntati su Belgio-Portogallo: chi vince, sfiderà l'Italia nei quarti

Dopo la serata ad altissima tensione che ha visto la Nazionale di Mancini strappare il pass per i quarti di finale, il tabellone degli Europei prosegue anche oggi con le sfide Olanda-Repubblica Ceca alle 18 ma soprattutto un Belgio-Portogallo che ci vedrà spettatori interessatissimi, visto che dall'incrocio delle 21 uscirà il nome della prossima avversaria dell'Italia.

La prossima sfida degli Azzurri avrà come scenario l'Allianz Arena di Monaco di Baviera. Bonucci e compagni scenderanno in campo venerdì 2 luglio alle 21 e si troveranno davanti, comunque vada la sfida di questa sera, un cliente scomodo: da una parte i Diavoli Rossi di Romelu Lukaku, dall'altra i campioni europei in carica di Cristiano Ronaldo.

Il Belgio arriva a questo ottavo di finale dopo un percorso netto nel proprio girone: 3 vittorie contro Russia, Danimarca e Finlandia, con 7 reti segnate ed una sola subita. Ma a Siviglia, nello stadio La Cartuja, arriva il primo vero scoglio da superare, con il Portogallo che vuol dimostrare a tutti che il brutto passo falso contro la Germania è stato solo un incidente di percorso. D'altra parte, anche 5 anni fa, Cr7 e compagni si qualificarono fra le migliori terze della fase a gironi (con tre pareggi in un girone non certo impossibile contro Ungheria, Islanda e Austria), arrivando poi ad alzare il trofeo nella finalissima allo Stade de France.

L'antipasto a questa sfida stellare sarà, alle 18, Olanda-Repubblica Ceca. Gli Orange arrivano da un girone a punteggio pieno e con il miglior attacco nelle prime tre gare (8 reti) ma hanno anche palesato qualche pecca dal punto di vista delle tenuta psicologica, facendosi rimontare due reti dall'Ucraina nella prima partita, risolta poi da una rete di Dunfries a 5' dalla fine. Per il resto, tutto facile contro Austria e Macedonia del Nord. La Repubblica Ceca ha invece dovuto sudarsi questa qualificazione agli ottavi, passando per le forche caudine del ripescaggio da terza del girone, alle spalle di Inghilterra e Croazia. Si gioca al "Ferenc Puskas" di Budapest.