Condividi:


Esplosione Ponte Morandi, Bucci: "Sarà tra le 9.30 e le 10". Ecco il piano di sicurezza

di Fabio Canessa

'Best option' il 24 giugno, ma per la data esistono molte alternative

Le pile 10 e 11 di Ponte Morandi saranno fatte esplodere “tra le 9.30 e le 10 del mattino”. Ad annunciare l’orario è il sindaco Marco Bucci, presente al santuario della Guardia alla messa per il mondo del lavoro presieduta dal cardinale Bagnasco.

“Si tratta di stabilire il giorno ma per adesso è ancora il 24. La data è confermata, mi auguro che non ci siano ritardi – ha detto ancora il sindaco-commissario – qualunque ritardo però sarà un minuto dopo. Andremo avanti fino a quando non si fa. Ogni giorno che Genova perde nell’abbattere il ponte è un giorno in meno verso la rinascita”.

La ‘best option’ è sempre il giorno di San Giovanni, ma il 30 giugno non è l’unica alternativa: “Se non sarà il 24 – ha spiegato Bucci – sarà il 25, il 26, il 27, il 28… e basta, non voglio dirne più perché non ci voglio nemmeno pensare”.

Intanto emergono dalla struttura commissariale i dettagli sul piano di sicurezza. Saranno oltre 3.100 i residenti evacuati in un raggio di 300 metri dal ponte. Il maxi esodo scatterà alle 7 del mattino, ci saranno bus Amt per portare la gente negli 8 punti di raccolta allestiti dalla protezione civile, ogni nucleo familiare avrà il suo.

Nella seconda fascia tra i 300 e i 400 metri dal punto dell’esplosione l’evacuazione non sarà obbligatoria. Chi vorrà potrà uscire entro le 8 del mattino e non sarà possibile rientrare prima delle 15. Gli altri dovranno rimanere chiusi in casa con finestre, persiane e tapparelle chiuse dalle 9 alle 15. Tutta questa zona verrà chiusa al traffico e sgomberata dai veicoli. Anziani, disabili, invalidi e donne incinte potranno chiedere di essere trasferiti in altre strutture.

Nel frattempo è iniziata l'operazione 'porta a porta' da parte degli agenti di polizia locale e di personale di protezione civile per raccogliere tutte le esigenze dei nuclei familiari che verranno coinvolti nell'operazione e per dare le informazioni necessarie. Da lunedì e fino a cessate esigenze verranno allestiti appositi punti di informazione (in via Fillak alta, via Capello e via del Campasso) per rispondere a ogni domanda dei cittadini. Martedì sono previsti due incontri pubblici per spiegare, informare e rispondere alle domande dei cittadini. Un doppio incontro a cui parteciperà anche il commissario Bucci: il primo si svolgerà alle 18.30 nel chiostro di San Bartolomeo di Certosa, il secondo alle 20.30 al centro civico Buranello di Sampierdarena.