Elezioni regionali, Asquasciati (Lista Sansa): "Focus sull'entroterra per scongiurare l'abbandono"

di Redazione

Già sindaca di Fontanigorda, Asquasciati parla dei paesi dell'interno: "C'è bisogno di servizi pensati appositamente per i piccoli centri e di connessione"

Margherita Asquasciati, architetto genovese "adottata" dall'entroterra ligure e candidata nella Lista Sansa Presidente, ha già avuto modo di fare esperienza nelle isituzioni come ex sindaca di Fontanigorda, un paese di circa 250 abitanti in Valtrebbia: "Facendo il sindaco di un piccolo paese  ho conosciuto da vicino la realtà delle cosiddette "aree interne", quelle che hanno più di un'ora di macchina di distanza dei servizi fondamentali. Sono zone che si sono spopolate: nella nostra valle si è passati da 20mila abitanti a 1400".

Per combattere lo spopolamento, la chiave non sono solo i fondi in aiuto, ma anche e soprattutto garantire i servizi sul territorio; "Occorre calibrare i servizi a seconda dei singoli centri e le loro esigenze: di solito nei paesi vengono declinati come se ci si trovasse in un quartiere della città. Ad esempio, i medici di medicina generale sono pagati come se stessero in un solo ambulatorio in città, ma in realtà devono muoversi su un territorio molto vasto, quindi finisce che gli abitanti di un piccolo hanno un medico a disposizione solo per pochissimo tempo".

Un altro tema fondamentale per il rilancio dell'entroterra è garantire la connessione su tutto il territorio: "Spesso non c'è un collegamento internet, a volte non c'è nemmeno il segnale telefonico. La banda larga sarebbe utilissima per rendere possibile nuove residenzialità che abbiamo sperimentato dopo il lockdown, con tante persone che lavorano da casa: se la connettività fosse efficente, potrebbero farlo anche dai paesi dell'interno. Sarebbe un aiuto contro lo spopolamento".