Elezioni Chiavari, centrodestra compatto nell'appoggio a Giardini

di Redazione

"L'unità dello schieramento era la condizione per portare avanti la mia candidatura. Il programma lo stiamo scrivendo insieme"

Elezioni Chiavari, centrodestra compatto nell'appoggio a Giardini

Una lista civica sostenuta da tutti i partiti del centrodestra.

Il modello Genova e La Spezia si replica a Chiavari con la candidatura a sindaco di Giovanni Giardini, 68 anni, architetto, consigliere comunale uscente, votato tra le fila della maggioranza ma passato all'opposizione.

Vicino a Giardini erano seduti tutti i rappresentanti liguri del centrodestra: Fratelli d'Italia, Forza Italia, Udc, Lega, Noi con l'Italia e Liguria al Centro - Cambiamo gruppo del presidente della Regione Giovanni Toti che ha sciolto le riserve e ha detto sì.

"Unire il centrodestra era la condizione per portare avanti la mia candidatura a sindaco di Chiavari" ha detto Giardini che ha già anticipato qualche tema del programma: "lo stiamo scrivendo insieme ma importante sarà il tema delle scelte urbanistiche, quelle fatte dall'attuale amministrazione non le condivido perché senza visione per il futuro. Il dopo Di Capua non è Di Capua ma è totalmente diverso" ha chiuso Giardini in merito all'amministrazione uscente rimasta senza il primo cittadino mancato improvvisamente l'anno scorso.

Giardini si presenterà con una lista civica appoggiata da altre 4 o 5 liste con i simboli di partiti, tra queste già annunciate quelle di Forza Italia, Fratelli d'Italia e Liguria al Centro - Cambiamo.