Elezioni a Savona, una poltrona per 5: si vota domenica e lunedì

di Antonella Ginocchio

1 min, 54 sec

Tanti sono i candidati alla carica di sindaco nella città della torretta: Luca Aschei , Manuel Meles, Marco Russo, Angelo Schirru e Francesco Russo

Una poltrona per 5.  Tanti sono i candidati alla carica di sindaco del Comune di Savona, che conta   58 566 residente e  49.585 votanti. Tra poche ore scatta il silenzio elettorale. Si vota domenica e lunedì sino alle15. Lo spoglio inizia subito dopo la chiusura delle urne. 

Ma ecco, procedendo in rigido ordine alfabetico, i candidati in corso per la carica si sindaco:

Luca Aschei, a capo dello schieramento civico indipendente Andare Oltre. 60 anni, sociologo,  consulente, e  con diploma post laurea in economia  del turismo

Manuel Meles, sostenuto dal movimento 5 stelle  e dalla lista Conte per Savona. 29 anni, laureando  in scienze politiche . E’ stato collaboratore parlamentar, consigliere comunale uscente re capogruppo per il Movimento 5 stelle.

Marco Russo è il candidato del centrosinistra. Lo sostengono Partito Democratico-Articolo 1, patto per Savona, RiformiaAMO Savona, Sinistra per Savona . 55 anni anni, avvocato. A lungo impegnato nel volontariato. E’ stato presidente  provinciale delle Acli. Ed è stato anche presidente del forum del Terzo settore e nel 2014 consigliere provinciale

Angelo Schirru, candidato del centrodestra. Lo sostengono (Lega Forza Italia-Udc, Fratelli d’Italia , Toti per Savona, Lista Civica Schirru sindaco) 69 anni medico, specializzato in chirurgia  generale e dell’apparato digerente. A partire dal 1989 ha lavorato al San Paolo  di Savona, dove è stato primario di chirurgia generale.

Francesco Versace Liguria popolare. 73 anni. Specializzato in reumatologia, pneumologia e  medicina interna. E’ stato capogruppo uscente del gruppo consiliare Vince Savona.

I candidati arrivano al voto dopo un lunga campagna elettorale, costellata da diversi confronti diretti, giocati sui temi principe della campagna elettorale: la pulizia della città, la sanità, il rilancio dell’ospedale San Paolo, il porto, la crocieristica, la viabilità, il turismo e l’economia, soltanto per citarne alcuni.

Chissà se qualcuno di loro avrà convinto così tanto gli elttori da  assicurarsi il 50 per cento dei voti. Se nessuno dei candidati a sindaco della città della torretta raggiungerà  il 50% dei voti, si andrà al ballottaggio tra i due candidati più votati. Il turno di ballottaggio è fissato per il 17 e18 ottobre 2021. 

Ricordiamo che iI savonesi chiamati al voto saranno quasi 50 mila e precisamente  49.585. Di cui 23.009 maschi e 26.576 femmine.