Elezioni 2021, tutti i risultati delle amministrative

di Edoardo Cozza

Minuto per minuto i sindaci eletti nei 52 comuni liguri chiamati al voto

Elezioni 2021, tutti i risultati delle amministrative

A Savona sarà ballottaggio tra Marco Russo del centrosinistra e Angelo Schirru del centrodestra: qui tutti i risultati.

A Masone (Genova) ha vinto Omar Missirelli: è lui il candidato scelto dal 66,78% dei votanti. Si ferma al 33,22% l'avversaria Rossella Bruzzone. 

A Bergeggi (Savona) Maria Nicoletta Rebagliati è stata scelta come sindaco dal 71,61% degli elettori: superata la concorrenza di Alice Bianchini, che ha ottenuto il 28,39% di preferenze. 

A Loano (Savona) vince Luca Lettieri, a capo di una lista che coalizzava le forze di centrodestra: ha ottenuto il 58,39% delle preferenze, contro il 41,61% di Giacomo Piccinini di "Nuova Grande Loano".

Ad Ameglia (La Spezia) vince l'elezione Umberto Galazzo di "Uniti x Ameglia": ha ottenuto il 47,18%, contro il 43,93% di Mauro Ciri che guidava una lista civica a suo nome. Staccato il terzo contendente Mauro Manzi di "Ameglia Civica" che ottiene l'8,88%. 

A Casarza Ligure (Genova) è Giovanni Stagnaro il primo cittadino eletto: la sua lista "Casarza è di tutti" ha ottenuto il 62,67% dei voti. Superati gli altri due candidati in corsa: Germana Perego (Prospettiva Civica per Casarza) con il 31,17% e Giorgio Firenze di "Lega Salvini Liguria" fermo al 6,16%. 

A Pompeiana (Imperia) Vincenzo Lanteri eletto sindaco: era l'unico in corsa con la lista "Cambiamo Pompeiana" e ha superato il quorum con oltre il 60% di votanti.

A Castel Vittorio (Imperia) Gian Stefano Oddera della lista "Uniti per Castel Vittorio" ottiene 105 voti, validi per il 64,81% delle preferenze, e diventa sindaco: superata la concorrenza di Enzo Rebaudo della lista "Castel Vittorio" che si ferma al 35,19% derivante dai 57 voti ottenuti.

A Spotorno (Savona) ha vinto Mattia Fiorini: è lui il nuovo primo cittadino, grazie al 53,63% ottenuto dalla sua lista "Progetto Spotorno". Si ferma al 46,37% Giancarlo Zunino di "Insieme per Spotorno". 

A Balestrino (Savona) vince l'elezione Stefano Saturno di "Balestrino Oggi" con il 57,89% delle preferenze: battuto Massimiliano Zunino, candidato di "Balestrino Rinasce" che si inchioda al 42,11%. 

A Propata (Genova) la lista "Rinascere Insieme" prende il 61,97% e la sua candidata Manuela Elisabetta Sala diventa sindaco. Sconfitto Massimiliano Storelli di "Insieme per Propata" che ottiene il 38,03%. 

A Santo Stefano di Magra (La Spezia) Paola Sisti di "Santo Stefano Bene Comune" ottiene il 49,08% dei voti e vince la corsa a cinque. Primo degli sconfitti Emanuele Cucchi di "Uniti per Cambiare" con il 29,22%; segue Luciano Mondini (Salute e Ambiente) con il 10,28%; nessun consigliere eletto per le liste "Domani per Santo Stefano" che presentava Alberto Monticelli che prende il 7,71% e per il Pci, che aveva candidato Pierpaolo Venturini e si è fermato al 3,72%.

A Brugnato (La Spezia) elezione al fotofinish per Corrado Fabiani, che vince di soli 22 voti sull'altro candidato Claudio Galante. 

A Diano Marina (Imperia) è stato eletto Cristiano Za Garibaldi: il candidato di una lista del centrodestra ha ottenuto il 46,22% dei voti: sconfitti Marcello Bellacicco (Lista Civica) con il 29,95% e Francesco Parella di "Diano Domani" che si ferma al 23,83%. 

A Riomaggiore (La Spezia) eletta sindaco Fabrizia Pecunia di "Cittadini in comune", lista che ha avuto il 52,87% delle preferenze. Si ferma al 47,13% Edoardo Bonanini di "Insieme". 

A Borghetto di Vara (La Spezia) il primo cittadino sarà Stefano Coduri di "Uniti per il cambiamento", che ha ottenuto il 55,9% delle preferenze contro il 44,1% di Claudio Delvigo della lista "Borghetto rinasce con le sue frazioni. 

A Villa Faraldi (Imperia) vince l'elezione Stefano Damonte: era il solo a correre per la carica di sindaco e il quorum è stato raggiunto con il 55% dei votanti.

A Civezza (Imperia) è Maria Maddalena Ricca a sfruttare il quorum del 62,4% e a festeggiare l'elezione a sindaco come rappresentante dell'unica lista civica in corsa.

A Cipressa (Imperia) il quorum raggiunto col 58,9% dei votanti permette l'elezione a primo cittadino dell'unico candidato Filippo Rinaldo Guasco.

A Borghetto D'Arroscia (Imperia) Angela Denegri è sindaco grazie al raggiungimento del quorum ha votato il 68,4% degli aventi diritto e lei era l'unica candidata in corsa.

A Terzorio (Imperia) è primo cittadino Valerio Ferrario: correva da solo, quorum raggiunto ampiamente col 73% dei votanti.

A Rezzo (Imperia) ha votato oltre il 68% degli aventi diritto: eletto sindaco l'unico candidato Renato Adorno.

A Prelà (Imperia) Mattia Gandolfi diventa sindaco: la sua lista "Vivi Prelà" era la sola in corsa e il suo candidato è stato eletto grazie al raggiungimento del quorum col 56%. 

A Caravonica (Imperia) Angelo Francesco Dulbacco era l'unico candidato in corsa ed è stato eletto: ha votato il 70% degli elettori.

Ad Apricale (Imperia) quorum raggiunto: ha votato il 45.7% degli aventi diritto e Silvano Pisano, unico candidato in corsa, è eletto sindaco.

A Varazze (Savona) è Luigi Pierfederici il sindaco eletto: il candidato di "Essere Varazze" ottiene il 64,29% dei voti, contro il 35,71% raggiunto dallo sfidante Antonio Ghigliazza della lista "Varazze Domani". 

A Castelbianco (Savona) si era presentato il solo Franco Aurame, nuovo primo cittadino forte del quorum ampiamente superato: alle urne oltre il 56% degli aventi diritto. 

A Zignago (La Spezia) l'unico candidato in corsa era Simone Sivori: eletto sindaco grazie al superamento del quorum: ha votato il 61% degli elettori.

A Beverino (La Spezia) era corsa a quattro: il sindaco sarà Marco Cosini (Noi con Beverino), che ottiene il 45,61% e ha la meglio su Giampaolo Pascotto (Noi per Beverino), scelto dal 26,39% dei votanti, su Micol Roncallo (Uniti per Beverino) forte di un 19,3% e su Denise Gianardi (Lega Salvini Liguria - Fratelli d'Italia) che si ferma all'8,7%. 

A Valbrevenna (Genova) vince l'elezione Michele Ino Brassesco: alla sua lista Valbrevenna Viva va il 68,95% dei voti, contro il 31,05% di "Uniti per la Valbrevenna" che candidava Pietro Nugai.

A Portofino (Genova) sembrerebbe aver superato la prova elettorale Matteo Viacava, grazie al riconteggio del quorum dal ministero dell'interno, che ha defalcato dalle liste i non votanti iscritti all'Aire. 

A Orero (Genova) plebiscito per Mino Gnecco, che sfiora il 93% con "Vivere Orero", battendo Iole Bacigalupi di "Insieme per Orero", che si ferma al 7% dei voti.

A Favale di Malvaro (Genova) il primo cittadino eletto è Ubaldo Crino: la sua "Con Giovanni Boitano per Favale" era l'unica lista in corsa, il quorum è stato raggiunto detraendo i non votanti iscritti ai registri esteri. 

A Bogliasco (Genova) torna sindaco Luca Pastorino di "Insieme per Bogliasco" con il 55,7% delle preferenze: battuto Guido Guelfo di "Per Bogliasco", che ottiene il 44,3%. 

A Tovo San Giacomo (Savona) è Alessandro Oddo il sindaco eletto: con la lista "Per un nuovo Paese" ha ottenuto il 69 per cento delle preferenze, contro il 31% di Iole Aicardi, candidata di "Insieme per il Cambiamento".

A Stellanello (Savona) eletto Claudio Cavallo di "Stellanello Passione Valmerula": ha ricevuto l'89% delle preferenze, contro l'11% ottenuto da Marco Ferriero di "Amministrazione Libera". 

A Sant'Olcese (Genova) la candidata del centrosinistra Sara Dante vince l'elezione con l'83,3%: sconfitta Patrizia Altobelli del centrodestra, ferma al 16,7%. 

Ad Aurigo (Imperia) il sindaco è Luigino Dellerba: la sua lista "Insieme per Aurigo" era l'unica in corsa e ha votato il 78,8% degli aventi diritto: superato il quorum del 40. 

A Borgomaro (Imperia) eletto l'unico candidato in corsa: Massimiliano Mela di "Uniti per Migliorare" sarà sindaco, grazie al quorum raggiunto con il 55,3% dei votanti. 

A Chiusavecchia (Imperia) sarà sindaco Luca Vassallo: in corsa c'era solo la sua lista "Insieme per Chiusavecchia" e il quorum è stato raggiunto con il 59% di votanti.

A Costarainera (Imperia) il primo cittadino sarà Pietro Mareri della lista "Per Costarainera", che ha ottenuto il 55% delle preferenze: superato Antonello Gandolfo di "Uniti per Costarainera", fermo al 45%. 

A Diano Arentino (Imperia) Paolo Sciandino di "Scegli - Le persone al centro" vince con il 50,6% la corsa a tre, superando Giacomo Musso della lista civica "La Mimosa" e Alessandro Lodato Costa di "Insieme per Arentino".

A Diano Castello (Imperia) l'unico candidato in corsa Romano Damonte di "Continuità e rinnovamento" eletto sindaco grazie al superamento del quorum: ha votato il 47,8%. 

A Lucinasco (Imperia) l'unica candidata era Marilena Abbo: eletta grazie al 61,8% degli aventi diritto che si è presentato alle urne. 

A Borgio Verezzi (Savona) rieletto come sindaco Renato Dacquino: con la lista "Nuova via per Borgio Verezzi", il primo cittadino uscente ha ottenuto il 62,4% delle preferenze, ovvero 707 voti. Si ferma al 37,6%, invece, Gabriele Murrighile di "BorgioXerezzi per tutti", che ha ottenuto 426 voti. 

A Calice Ligure (Savona) l'unico candidato era Alessandro Comi (Condividere Calice), che ha ottenuto 776 voti. Dirimente, in questo caso, il dato dell'affluenza: si è presentato alle urne il 47,8% degli aventi diritto, dunque è stato superato il quorum richiesto del 40% più uno previsto in caso di una sola lista in corsa. 

A Testico (Savona) eletta Lucia Moresco: la tornata elettorale ha incoronato la candidata della lista "Passione Testico" con 98 voti (80,99% delle preferenze) contro le 23 preferenze raccolte da Paolo Zerbone, candidato da "Amare Testico". Anche qui alto afflusso alle urne: 82,24% il dato dei votanti. 

A Seborga (Imperia) vince con 102 voti Pasquale Ragni (Progetto Seborga) ha avuto la meglio su Massimiliano Iacobucci (Seborga Rinasce), fermo a quota 92 preferenze. Alta l'affluenza, con oltre l'80% degli aventi diritto che si è recato alle urne.

Sembrava non essere stato eletto nessun sindaco a Nasino, invece il Ministero dell'Interno annuncia che l'elezione è valida perché il quorum del 40% più uno, necessario per le località con una sola lista in corsa, è stato raggiunto detraendo dall'elenco quelli iscritto all'Aire (residenti all'estero) che non hanno votato. E così Roberto De Andreis, candidato di "Nasino 2021" diventa primo cittadino della località in provincia di Savona. 

Massimo Cacciò è stato eletto sindaco di Armo, in provincia di Imperia. Il candidato della lista "Pro Armo" ha ottenuto 49 voti, contro gli 8 dello sfidante Carlo Gallo, rappresentante di "Crescere Insieme Armo". Sono 116 gli abitanti della piccola località del Ponente ligure, 89 gli aventi diritto al voto, 57 quelle che si sono presentate alle urne. 

Clamoroso a Rondanina, in provincia di Genova: nel piccolo Comune non era previsto il ballottaggio, ma si terrà lo stesso perché i due candidati in corsa sono arrivati perfettamente appaiati. Sia Gaetanino Tufaro (Innovazione Progresso Rondanina) che Claudio Agostino Casazza (Rondanina per noi) hanno raccolto 22 voti, mentre c'è una scheda bianca. Motivo per cui si dovrà tenere lo "spareggio" come nelle grandi città tra 14 giorni. In caso di ulteriore parità vincerebbe il candidato più anziano di età. 

(in aggiornamento)