Due contropiedi condannano la Sampdoria, la Juventus vince 2-0 al Ferraris

di Alessandro Bacci

I blucerchiati creano pochi pericoli ai bianconeri, il 5-3-2 non ripaga Ranieri. Male Ronaldo

Due contropiedi condannano la Sampdoria, la Juventus vince 2-0 al Ferraris

La Sampdoria cade al Ferraris 2-0 contro una Juventus solida anche se sprecona. Ranieri vara un inedito 5-3-2 per contenere i campioni d'Italia. Una scelta che non ripaga e che consente ai bianconeri di prendere in mano il gioco senza troppi problemi. Pirlo ottiene i tre punti grazie alle reti di Chiesa e Ramsey e con poca sofferenza.

Nei primi 15 minuti la Sampdoria ingabbia la Juventus, forse sorpresi dal 5-3-2 studiato da Ranieri in fase di non possesso. Ben presto, però, i bianconeri prendono le misure e iniziano a creare i primi pericoli. Al 19' la Juve sala in cattedra: Ronaldo smarca Morata sulla fascia destra, lo spagnolo mette in mezzo un cross rasoterra, Chiesa sbuca dalle retrovie e mette il pallone in rete. Difesa blucerchiata colpevole. La reazione degli uomini di Ranieri stenta ad arrivare, i bianconeri amministrano il vantaggio agevolmente. Nel primo tempo Ronaldo ha altre due occasioni per il raddoppio. Sulla prima il portoghese scarta Audero ma incredibilmente spara il pallone fuori. Al 41' ancora il portoghese nell'uno contro uno con Audero si addormenta sul pallone, Yoshida arriva da dietro e lo sradica di gran mestiere. L'attaccante resta a terra ma l'intervento è regolare. Termina così il primo tempo, con una Samp mai pericolosa.

Nella ripresa le prime occasioni sono a tinte blucerchiate. Quagliarella si trova sui piedi l'occasione migliore, il capitano stoppa un cross dalla sinistra e a due passi da Szceszny tenta il sinistro al volo. L'attaccante impiega troppo a calciare e Bentancur in scivolata devia in angolo miracolosamente. Due minuti più tardi ancora il capitano è bravo a smarcarsi e a tentare il destro da posizione defilata, Szceszny devia in angolo. La Samp lentamente trova coraggio e nel finale tenta in tutti i modi di scardinare il muro bianconero. La squadra di Ranieri, però, non riesce ad arrivare al tiro in porta. Al 90', però, Cuadrado parte in contropiede e serve il pallone dalla destra a Ramsey, il gallese deve solo spingere il pallone in porta. 2-0 e partita chiusa. Due contropiedi bastano alla Juve per portare a casa la vittoria.